CODICE MAGNUM

RAW DEAL

USA - 1986
Harry Shannon è un non più giovane agente dell'F.B.I., a cui una potente banda mafiosa - quella di Luigi Petrovita - ha ucciso il figlio, federale pure lui. Shannon pensa di farsi aiutare da Mark Kaminski - sceriffo in un piccolo centro di provincia dopo essere stato radiato dai ranghi dell'F.B.I. in seguito ai suoi metodi troppo sbrigativi - e gli promette che, se riuscirà ad eliminare la temibile famiglia Petrovita, lo farà riammettere in servizio. Kaminski accetta e comincia con il simulare la propria morte nel rogo della sua automobile, poi avvicina una certa Monique Tyler, ragazza di Max, il braccio destro di Paulo Rocca (altro boss) e riesce a farsi assumere come gorilla da Rocca stesso, che con Petrovita agisce in combutta e che a quest'ultimo lo cede, spergiurando sulle formidabili qualità di Joseph Brenner (così si fa chiamare Mark Kaminski). Ormai infiltrato nella Organizzazione (traffico della droga in prima linea), Kaminski crea grossi fastidi e danni ad una gang concorrente, che ne uscirà battuta: una enorme partita di eroina, sottratta a tale banda e conservata presso il Dipartimento di polizia di Chicago, viene sottratta con un geniale stratagemma di Kaminski alle Autorità dell'ordine. Max, però, messo un pò in ombra dal nuovo venuto (che, tra l'altro, sembra avergli soffiato la donna), ha indagato sul passato del rivale e, scoperto che il vero Brenner è un altro e vive nei Caraibi, fa in modo che l'ignaro Kaminski si trovi davanti all'amico Shannon, nel cimitero dove questi si è recato a pregare sulla tomba del figlio, con l'ordine di ucciderlo, onde poterlo poi eliminare a sua volta. Invece Shannon verrà solo ferito, mentre Max verrà ucciso; dopo di che Kaminski si scatena contro tutto e tutti e per Petrovita, per Rocca e sicari rispettivi sarà la resa dei conti nella girandola finale, in occasione della quale l'erculeo agente smaschererà anche la talpa che, a detta di Shannon, si annidava nel Servizio. Indi riassunzione nei ranghi dei federali, con grande gioia della signora Kaminski, stufa di vivere in un piccolo centro di provincia.

CAST

CRITICA

Goffo senza ironia, prevedibile e stupidamente violento: di gran lunga il peggior Schwarzenegger. (Francesco Mininni, Magazine italiano tv)

Su un soggetto comprato in Italia (Vincenzoni e Donati), un altro poliziesco violento (prodotto da De Laurentis) che fa perno sull'anatomia possente dell'ex culturista austriaco. Ironia qua e la. Non abbastanza. (Laura e Morando Morandini, Telesette)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy