Cleopatra

USA, GRAN BRETAGNA, SVIZZERA - 1963
Cleopatra
La celebre storia della regina d'Egitto e dei suoi amanti: primo fra tutti Cesare - da cui avrà anche un figlio, Cesarione - poi Antonio, che per amore suo romperà il fidanzamento con Ottavia. Dopo la guerra e la sconfitta di Antonio ad Azio, la regina decide di mettere fine alla propria vita per mezzo del veleno di un aspide.
  • Durata: 243'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: MITCHELL BFC 65MM CAMERA, 70 MM (1:2.20)/35 MM (1:2.35), TODD-AO DE LUXE
  • Tratto da: libro "The Life and Times of Cleopatra" di C.M. Franzero; storie di Plutarco, Svetonio e Appiano Alessandrino
  • Produzione: 20TH CENTURY FOX, MCL FILMS S.A., WALWA FILMS S.A.
  • Distribuzione: DEAR FOX - DOMOVIDEO, 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT, SAN PAOLO AUDIOVISIVI (LANTERNA MAGICA) - DVD: 20TH CENTURY FOX (2002, COFANETTO DA COLLEZIONE); BLU-RAY: 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT (2013)

NOTE

- IRENE SHARAFF, SUPERANDO OGNI RECORD, PREPARO' 65 COSTUMI, ALCUNI DEI QUALI RIMASERO INUTILIZZATI. VITTORIO NINO NOVARESE PREPARO' I COSTUMI DEGLI UOMINI E RENIE' I COSTUMI DELLE DONNE. IN TUTTO NE FURONO APPRONTATI 26.000.

- OSCAR 1964 PER: MIGLIOR FOTOGRAFIA, SCENOGRAFIA, MIGLIORI COSTUMI ED EFFETTI SPECIALI VISIVI. ERA CANDIDATO ANCHE PER: MIGLIOR FILM, ATTORE PROTAGONISTA (REX HARRISON), SONORO, MONTAGGIO E COLONNA SONORA.

- RIPRESE EFFETTUATE A LONDRA E A ROMA.

- QUANDO IL SET VENNE TRASFERITO A CINECITTA', IL REGISTA CHE AVEVA INIZIATO IL FILM, ROUBEN MAMOULIAN, FU SOSTITUITO DA MANKIEVICZ.

- IL FILM E' STATO CAMPIONE D'INCASSI NEGLI STATI UNITI NEL 1963.

CRITICA

"Celebre megakolossal americano costato una fortuna, diretto prima da Rouben Mamoulian a Londra e poi sostituito a Cinecittà da Joseph Leo Mankiewicz con molto spreco e poco gusto. Un fumettone elefantiaco e pacchiano che si guadagnò quattro Oscar minori, mandando però in crisi (finanziaria) la Fox e (psicologica) Richard Burton. Certo che alla fiammeggiante Liz tutte curve e moine di allora era impossibile resistere". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 15 aprile 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy