Biraghin

ITALIA - 1946
La vicenda si svolge tra le allieve della scuola di ballo della Scala di Milano. Una di queste ottiene un grande successo alle prove e in seguito alla malattia della prima ballerina la sostituisce raggiungendo di colpo la celebrità. Tre corteggiatori ricchissimi la coprono di regali sperando di carpirle quanto ad essi interessa, ma senza alcun risultato, mentre un giornalista che l'ha conosciuta povera figlia di portinai la ama con passione. Ad un certo momento si rende necessaria una decisione. La ragazza invita a casa i tre che sperano ognuno di restare solo con lei; ne segue una scena grottesca che la disgusta e la spinge ad abbandonare precipitosamente la vita del teatro per rifugiarsi tra le braccia del vero amore.

CAST

NOTE

- COREOGRAFIA: RIA LEGNANI.

- OPERATORE: G. BERTA.

CRITICA

"Tra le molte cose che c'erano antipatiche una volta in Italia annoveravamo la commedia "Biraghin" e l'attrice Lilia Silvi. L'ironico destino, ha voluto che so unisssero insieme. Il tutto appartiene a quella vecchia Italia, che si sperava non diciamo affossata per sempre, ma insomma messa un pochettino da canto. E invece quest'Italia ritorna." (Pietro Bianchi, "Candido", 14 settembre 1946)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy