Avanzi di galera

ITALIA - 1955
E' la storia di tre detenuti, dimessi dal carcere, dopo espiata la pena: 1) Stefano Luprandi, medico chirurgo, è stato condannato per aver causato la morte di un paziente, operato senza il suo consenso. Uscito di prigione, perde del tutto la fiducia in sé: benché la moglie lo ami e creda in lui, vuol lasciare la sua casa. Ma la donna subisce un grave incidente ed ha bisogno di un'operazione. Costretto dall'amore, Stefano fa forza a sé stesso: l'operazione riesce, egli è salvo. 2) Nell'assalto ad una banca, Franco è stato catturato, mentre i complici sono fuggiti. Uscito di prigione dopo sei anni, Franco si reca dall'amica Anna. Gli ex compagni vorrebbero sapere da Franco, dove ha nascosto l'oro rubato; ma Franco non parla. Rivela ogni cosa ad Anna; ma poi le dimostra sfiducia. La donna allora si reca alla polizia, dove apprende che il tesoro fu già recuperato. Intanto Franco corre al fiume, dove aveva nascosto l'oro, ed è raggiunto dai complici e da Anna, ha luogo una violenta sparatoria: Anna e Franco muoiono. 3) Giuseppe Rasi fu condannato per appropriazione indebita, benché si sia sempre protestato innocente. Liberato in anticipo per il suo buon comportamento, trova dappertutto incomprensione. Solo Giovanna, una giovane infermiera, che ha conosciuto per caso, ha fiducia in lui e col suo amore lo salva dalla tentazione del male.

CAST

NOTE

- REVISIONE MINISTERO GIUGNO 2000
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy