Apollon: una fabbrica occupata

ITALIA - 1969
Apollon: una fabbrica occupata
Il film è la cronaca della lunga occupazione della tipografia romana Apollon durata oltre un anno, sul finire degli anni '60, ed è interpretato dagli stessi giovani operai della fabbrica, con la voce narrante di Gian Maria Volontè. Una testimonianza di lotta e fratellanza umana che attraverso numerose proiezioni in giro per l'Italia, grazie al sostegno della comunità dei cineasti ed intellettuali italiani, cominciando da Cesare Zavattini, portò agli operai dell'Apollon 60 milioni di lire raccolti in segno di solidarietà dai lavoratori italiani.
  • Durata: 70'
  • Colore: B/N
  • Genere: DOCUMENTARIO, POLITICO
  • Produzione: UNITELEFILM PER CONTO DEL CINEGIORNALE LIBERO N. 2
  • Distribuzione: UTF -
  • Vietato 14

NOTE

- IL FILM HA PARTECIPATO AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL DOCUMENTARIO E DEL CORTOMETRAGGIO PER IL CINEMA E PER LA TV DI LIPSIA 1969.

- RESTAURATO NEL 2007 A CURA DEL SETTIMANALE DELLA CGIL 'RASSEGNA SINDACALE', DAL SINDACATO PENSIONATI E DA SLC- SINDACATO LAVORATORI DELLA COMUNICAZIONE E DAL COMUNE DI ROMA.

- IL DVD EDITO DA EDIT COOP NEL 2008 E' STATO REGALATO A NATALE 2007 A MILLE GIOVANI LAVORATORI DEI CALL CENTER RITENUTI - AI TEMPI DELLE NUOVE TECNOLOGIE - EREDI DELLE GRANDI FABBRICHE TIPOGRAFICHE DEL SECOLO SCORSO.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy