American Ultra

USA - 2014
1/5
American Ultra
Mike Howell, un giovane demotivato e dipendente dalle droghe leggere, vive in una tranquilla cittadina con la sua ragazza Phoebe, fantasticando sul loro futuro insieme. Un giorno, però, la sua esistenza viene sconvolta dall'arrivo di una squadra speciale del governo giunta sul posto per dargli la caccia ed eliminarlo. Mike, infatti, è in realtà un super agente addestrato in un programma top-secret che è stato cancellato e di cui lui non ha alcuna memoria. Insieme a Phoebe, Mike dovrà affrontare una micidiale lotta per la sopravvivenza mettendo in pratica tutto quello per cui è stato addestrato...
  • Durata: 96'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: LIKELY STORY, CIRCLE OF CONFUSION
  • Distribuzione: LEONE FILM GROUP/KEY FILMS (2016)
  • Data uscita 30 Giugno 2016

TRAILER

RECENSIONE

di Adriano Ercolani
Non prendersi troppo sul serio è sempre un segno di lucidità e duttilità per un attore, a patto che tale scelta non diventi a sua volta ostentazione. In questo caso di rischia seriamente di ottenere l’effetto contrario e sembrare affettati, meccanici nella voluta superficialità. E’ quello che purtroppo accade a Kristen Stewart e soprattutto Jesse Eisenberg in American Ultra, secondo film che la coppia ha girato insieme dopo Adventureland di Greg Mottola e prima di Café Society di Woody Allen.

Nel film diretto da Nima Nourizadeh, mancante di una vera struttura coesiva a causa di una sceneggiatura che risulta essere poco più di un canovaccio, situazioni parossistiche e tono leggero non trovano mai la necessaria incisività e finiscono per affossare i due protagonisti in una sequenza fin troppo ripetitiva di momenti ad effetto. Eisenberg finisce per risultare addirittura fastidioso quando adopera tutto il suo repertorio istrionico per colmare la mancanza di interesse che il suo personaggio suscita. Leggermente meglio la Stewart, la quale da sola non riesce comunque a risollevare American Ultra dal fallimento. Godibili alcuni cammeo di attori di contorno, ma davvero nulla di più.

CRITICA

"L'idea di intrecciare la commedia con la spy-story alla Jason Bourne un po' funziona, un po' no. Senza disporre del tempo necessario per installare bene la coppia protagonista, il regista anglo-iraniano Nima Nourizadeh passa subito ai fatti e mette in scena una storia truculenta dove il cattivo è l'agenzia segreta americana. Continua, sì, a oscillare tra i due generi; però il suo interesse prevalente si concentra sull'ultraviolenza. Quanto poi a bersi che Jesse Eisenberg sia un killer superallenato, ok alla 'sospensione dell'incredulità': però qui ce ne vuole un bel po'." (Roberto Nepoti, 'La Repubblica', 30 giugno 2016)

"C'era molta curiosità per la sceneggiatura di Max Landis, figlio del grande regista dei 'Blues Brothers' e autore del copione per il cinefumetto revisionista capolavoro 'Chronicle' (2012). Doveva essere una bomba e invece è un film a canne mosce visto che Eisenberg e Stewart (...) fanno gli sballati dalle buone maniere mentre la parte d'azione, qualche volta ai limiti dello splatter, è girata con più solennità degli ultimi 007 o del modello di spy movie autocritico alla Jason Bourne (...). 'American Ultra', purtroppo, si perde in una terra di nessuno: troppo patriottico per essere sovversivo (mai visto un tossico nazionalista come il nostro Mike), troppo garrulo per inquietare circa l'aliena insensibilità di una Cia rappresentata come un asilo abitato da bimbi dispettosi e troppo calcolatore per convincerci della sua originalità (tutto è stato sceneggiato per cominciare una saga). Non male il sardonico Walton Goggins (...). Il suo killer psicopatico che conserva i denti rotti, condivide con Mike il momento più intelligente del film (...)." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 30 giugno 2016)

"Che guazzabuglio. Uno strampalato, pretenzioso mix di avventura e fantascienza, dove s'intrufola perfino la Cia. (...) Il minuscolo Jesse Eisenberg ha l'aria di capirci poco. Comunque sempre di più dello spettatore." (Massimo Bertareili, 'Il Giornale', 7 luglio 2016)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy