Alina

ITALIA - 1950
Paolo, che fa parte d'un gruppo di contrabbandieri, operanti lungo la frontiera franco-italiana, s'ammala. Prende il suo posto la sua bella e giovane moglie Alina, la quale s'unisce nelle spedizioni a tre compagni, due di età matura e Marco, giovane impetuoso. I contrabbandieri sono riforniti di merce da un francese, che gestisce una bisca clandestina ed ha come direttore di sala un italiano, Giovanni. Questi, ch'è l'amante della moglie del biscazziere, Maria, sente per Alina una viva amicizia, dalla quale nasce l'amore. Marco, attratto dalla bellezza d'Alina, tenta di violentarla, ma essa gli resiste. In assenza d'Alina, trattenuta di là dalla frontiera da una tormenta, s'accende una lite tra Marco e l'infermo Paolo. Nella baracca scoppia un incendio e Paolo muore bruciato. Ad Alina s'attribuiscono colpe inesistenti ed essa ha da soffrire per l'ingiusta ostilità dei paesani. Priva di mezzi, Alina s'unisce ancora ai contrabbandieri e Giovanni cerca di confortarla. Spinta dalla gelosia, Maria denuncia i contrabbandieri alla polizia e viene uccisa dal marito. Nella fuga attraverso la frontiera, Marco tenta d'uccidere Giovanni, ma precipita in un burrone.

CAST

NOTE

- AIUTO REGISTA: GIULIANO BETTI.

- DIRETTORE DI PRODUZIONE: PIERO CASERINI.

- ARREDATORE: BORIS ACQUARONE.

- ORGANIZZATORE GENERALE: FABIO FRANCHINI.

- ALTRE FONTI ATTRIBUISCONO IL MONTAGGIO A MARIO SERANDREI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy