14 anni vergine

Full of it

USA, SUDAFRICA, ITALIA - 2007
14 anni vergine
L'adolescente Sam Leonard, sta affrontando il suo primo, disastroso, giorno di liceo. Decide quindi di andare a chiedere aiuto allo psicologo della scuola e dietro consiglio del medico, inizia a dire una serie di enormi bugie su di sé e la sua famiglia. Improvvisamente, ciò che Sam racconta si trasforma in realtà con imprevedibili conseguenze.
  • Altri titoli:
    Big Liar on Campus
    Sam lo sfigato raccontaballe
  • Durata: 93'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: (1:2.35) - DE LUXE
  • Produzione: NEW LINE CINEMA, ANAADA FILMS, ATMOSPHERE ENTERTAINMENT MM, FIRSTAR FILMS, JAZZ SPIRIT, RELATIVITY MANAGMENT, RELATIVITY MEDIA, SURF FILMS
  • Distribuzione: VIDEA-CDE (2008)
  • Data uscita 13 Giugno 2008

CRITICA

"La voglia di considerare la teen comedy di Christian Charles un mix tra 'High school musical' e 'American pie' è forte, ma viene pure il sospetto che si nasconda una metafora sul successo facile, guardando patetiche illusioni legate solo al sesso, ai soldi, irridendo l'arte pop e il rock di ritorno: ma le facili soluzioni, il ritorno fra le braccia della secchiona, la volgarità coatta di molte situazioni, fanno pensare che non sia così." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 13 giugno 2008)

"I sogni realizzati si rivelano incubi? Ma che cos'è la realtà senza sogni? Mediando, '14 anni vergine' di Christian Charles offre la scelta a un adolescente qualsiasi (Ryan Pynkston, di 'Spy Kids 3'). Poco considerato dal prossimo, mente a ruota libera. In Italia nessuno gli crederebbe, ma negli Stati Uniti - anche se il film di Charles è girato in Canada - la realtà s'adatta alla menzogna: basso, il ragazzo si scopre campione di pallacanestro; come tale, diventa seduttore; alla prima seduzione, altre seguono; perfino i genitori piccolo-borghesi diventano qualcuno: lui rockstar, lei pittrice di sessi. Ma un incantesimo alla lunga diventa noioso per il beneficiario. E anche per lo spettatore." (Maurizio Cabona, 'Il Giornale', 13 giugno 2008)

"Film per ragazzini. Carmen Electra è la più bella." (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 20 giugno 2008)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy