Tonino Zangardi

ROMA (Italia), 23 aprile 1957
ROMA (Italia), 19 febbraio 2018
 

BIOGRAFIA

Tonino Zangardi
Regista, sceneggiatore, produttore e scrittore. Ha frequentato il Centro sperimentale di cinematografia con indirizzo alla Regia e il corso di sceneggiatura organizzato dalla Cooperativa Cinema Democratico diretto da Ugo Pirro, Leo Benvenuti e Piero De Bernardi. Ha iniziato la sua attività di regista collaborando con la Rai (sotto la direzione di Angelo Guglielmi) per cui ha realizzato: 4 puntate della docufiction "Allarme in città"; i contributi di "Teletango" all'interno del programma "Va pensiero" condotto da Andrea Barbato; i contributi fiction di "Telefono Giallo" e "Ultimo Minuto"; numerosi documentari per il programma "Geo & Geo" (tra cui "Le vie consolari", vincitore del premio come miglior documentario europeo dell'anno); una stagione del programma "Un giorno in Pretura". Sempre per il piccolo schermo ha diretto inoltre "Ricominciare" (1999, serie TV), "Un altro giorno ancora" (1995, film TV) e "Zodiaco - Il libro perduto" (2013, miniserie). Nel 2005 si è cimentato anche con la regia teatrale con "La strada Rossa", spettacolo teatrale di testi poesia musica e ballo con 50 Rom in scena al teatro Acquario di Roma. L'esordio alla regia cinematografica è avvenuto nel 1992 con il lungometraggio "Allullo Drom", che ha ottenuto la candidatura ai Nastri d'argento come miglior opera prima, fotografia e musiche oltre a numerosi altri riconoscimenti a livello internazionale. Il film è stato inoltre scelto dall'AGIS Scuola per essere proiettato in tutte le scuole d'Italia per il suo alto contributo culturale ed educativo. Cineasta che amava cimentarsi nei generi più diversi, nel 1999 ha scritto e diretto la commedia "L'ultimo Mundial" cui è seguito, nel 2003, il dramma sociale "Prendimi e portami via". Presentato in numerosi festival internazionali, il film è valso alla protagonista Valeria Golino il Globo d'oro della stampa estera come miglior attrice protagonista oltre alla candidatura al Nastro d'argento e al David di Donatello, e al protagonista Rodolfo Lagana la nomination al Ciak d'oro. Del 2006 è la commedia "Ma l'amore... sì!", mentre nel 2012 è uscito in sala il noir ambientato a Mantova "Sandrine nella pioggia", che è valso all'attrice Sara Forestier il premio Cesàr come miglior attrice protagonista in Francia e che si è aggiudicato due candidature ai Globi d'oro (Adriano Giannini come miglior attore protagonista e i Mammooth per la colonna sonora). Anche questo film è stato presentato in diverse kermesse internazionali come il Tribeca Film Festival di New York, il London Film Festival, il Festival di Pusan (in Corea del Sud), il Festival di Mosca e il Festival di Dublino. Le ultime opere da lui scritte e dirette sono "L'esigenza di unirmi ogni volta con te" (2015, un dramma tratto dal romanzo omonimo scritto dallo stesso Zangardi), la commedia "My Father Jack" (2016) e il biopic "Quando corre Nuvolari" (2018), dedicato alla figura del celebre del campione di automobilismo. Fratello dell'attore Marco Zangardi, Tonino muore all'età di 60 anni, dopo aver combattuto a lungo con una malattia.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy