Silvio Soldini

MILANO (Italia), 1958
 

BIOGRAFIA

Silvio Soldini
Regista, sceneggiatore e produttore. Nel 1983 gira il suo primo mediometraggio in 16mm "Paesaggio con figure" che, insieme a "Giulia in ottobre", ottiene riconoscimenti a vari festival nazionali e internazionali. Nel 1984 costituisce con i suoi più stretti collaboratori la società di produzione Monogatari. Dal 1985 con "Voci celate" inizia la sua attività anche in campo documentaristico e nel 1990 gira il suo primo lungometraggio "L'aria serena dell'Ovest", che registra un significativo successo di pubblico. Il film vince la Grolla d'oro per la sceneggiatura a Saint-Vincent, il Grand Prix del Festival di Annecy, il premio migliore attrice a Patrizia Piccinini a La Boule ed è invitato a numerosi festival internazionali. Del 1993 è "Un'anima divisa in due", Grolla d'oro per la migliore regia a Saint-Vincent e presentato in concorso al Festival di Venezia, dove Fabrizio Bentivoglio è premiato come migliore attore protagonista. Nel 2000 realizza "Pane e tulipani", film che lo consacra, grazie all'ampio successo di critica e di pubblico, anche a livello internazionale. È infatti stato venduto in tutto il mondo - dal Giappone all'Australia - ottenendo enorme successo in Svizzera, in Germania, in Argentina, in Brasile e negli Stati Uniti. Il film ha vinto 9 David di Donatello, 5 Nastri d'Argento, 9 Ciak d'oro, il Premio Flaiano e ha ottenuto 3 nomination agli European Academy Awards. Del 2002 è "Brucio nel vento" tratto dal romanzo Ieri di Agota Kristof. Nel 2004 realizza "Agata e la tempesta", ritorno alla commedia con tanti personaggi, tanti colori, in un clima meno fiabesco e più surreale. Nel 2007 partecipa con "Giorni e nuvole" al Festival Internazionale del Film di Roma e nel 2010 "Cosa voglio di più" viene presentato al Festival di Berlino. Nel 2012 realizza "Il comandante e la cicogna".

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy