Kate Beckinsale

LONDRA (Inghilterra), 26 Luglio 1973
 

BIOGRAFIA

Kate Beckinsale
Attrice. Figlia del noto attore comico televisivo Richard Beckinsale e dell'attrice di serie tv e sitcom inglesi Judy Loe. A soli sei anni viene sconvolta da una tragedia familiare: la morte di suo padre, appena 31enne, a causa di un infarto. Il calore mostrato dal pubblico inglese per la perdita del popolare attore non aiuta la piccola Kate e in seguito, a contribuire ulteriormente al suo malessere, interviene anche la decisione presa da sua madre di risposarsi e la successiva nascita di quattro figli da questo secondo matrimonio. Solo con il passare del tempo lei riuscirà ad accettare la sua nuova famiglia. Frequenta la scuola femminile privata Godphin and Laytmer dove studia, fra le altre cose, teatro e recitazione e, intorno ai dieci anni vince il concorso letterario per giovani scrittori 'British bookseller W.H. Smith Young Writers'. Attraversa un'adolescenza abbastanza difficile e, già in giovane età, si trova ad affrontare gravi problemi con l'anoressia e la cattiva abitudine al fumo. Decide di seguire le orme dei suoi genitori, dedicandosi alla recitazione e intraprendendo la carriera di attrice. Fa la sua prima apparizione in televisione, in un film sulla seconda Guerra Mondiale, "One Against the Wind", girato in Lussemburgo nell'estate del 1991. Contemporaneamente, però, decide di allargare i suoi orizzonti. Dopo aver completato il corso di studi alla Godphin and Laytmer, verso la fine del 1991 si iscrive all'università di Oxford, dove studia letteratura francese e russa. Riceve il suo primo ingaggio cinematografico per l'adattamento dell'opera teatrale shakespeariana nel film di Kenneth Branagh "Molto rumore per nulla" (1993). È proprio sul set del film che l'attrice incontra il suo futuro compagno, l'attore Michael Sheen. Ne conseguirà una relazione lunga nove anni dalla quale nascerà, nel 1999, una figlia che chiameranno Lily. Nonostante il suo impegno negli studi, durante gli anni dell'università la giovane attrice riesce a portare avanti anche il lavoro sul set. Infatti, durante il primo anno universitario è nel cast del film storico, "Prince of Jutland" (1994, girato in Danimarca in occasione delle vacanze pasquali) e, nell'estate dello stesso anno viene chiamata a recitare nel giallo "Scacco matto" diretto dal regista Jim McBride. Prima di abbandonare gli studi alla Oxford University , si trasferisce a Parigi, per svolgere qui il suo terzo anno universitario. Durante la sua parentesi di studio in Francia, trovandosi di fronte a una scelta importante per la sua vita, matura la difficile decisione di dedicarsi interamente alla carriera di attrice e di lasciare gli studi. Con l'apparizione nel film per la BBC, "Cold Comfort Farm" (1995), che riscuote un discreto successo in America, il suo volto comincia a essere noto al grande pubblico anche se ancora poco nota fuori dal suo paese. Nel 1995 è Christina Mariell in "Haunted" (regia di Lewis Gilbert) cui faranno seguito ulteriori apparizioni in produzioni televisive e cinematografiche con alterni successi di botteghino, fino ai primi anni 2000. Negli ultimi anni '90 ottiene il riconoscimento da parte della critica per due interpretazioni: nel 1997 il premio come miglior attrice allo "Sitges - Catalonian International Film Festival" per "Big Fish" (1997, diretto da Stefan Schwartz) e, nel 1999, il premio attrice inglese non protagonista dell'anno al "London Critics Circle Film Awards" per il film "The Last Days of Disco" (1998, di Whit Stillman). Nel 2001, viene scelta per il ruolo di protagonista nel film "Pearl Harbor" diretto da Michael Bay, con il quale arriva finalmente al raggiungimento della fama internazionale. Fama consacrata successivamente con il ruolo di Selene nel thriller sovrannaturale "Underworld" (2003), nel sequel del 2006, "Underworld, Evolution" di Len Wiseman e con l'interpretazione della diva Ava Gardner nel film di Martin Scorsese "The Aviator" (2004). Grazie a questa sua interpretazione condivide con i compagni di set Leonardo Di Caprio e Cate Blanchett la nomination per migliore perfomance dell'intero cast allo "Screen Actors Guild Awards" del 2005. La lavorazione di "Underworld" la fa avvicinare al regista Wiseman con il quale si sposerà nel 2004. Nel 2009 è nel cast del film drammatico "Everybody's Fine - Stanno tutti bene", remake targato USA del film di Giuseppe Tornatore "Stanno tutti bene". Nello stesso anno viene eletta "donna più sexy" dalla nota rivista americana "Esquire". Nel 2010 è chiamata a far parte della giuria internazionale al Festival di Cannes.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy