Edward Norton

BOSTON, Massachussets (USA), 18 Agosto 1969
 

BIOGRAFIA

Attore. È il maggiore dei tre figli di Edward James Sr. (ex procuratore federale) e Robin Norton (insegnante, morta di cancro nel 1997). Fin da bambino si diverte a recitare: comincia a praticare le scene a cinque anni e frequenta una scuola di arti teatrali nella zona di Baltimora. Si iscrive poi all'università di Yale, dove studia astronomia, storia e giapponese e si laurea in storia nel 1991. Si trasferisce quindi in Giappone, per lavorare nell'azienda di suo nonno, e vi resta tre anni. Di ritorno a New York, decide di tentare la carriera di attore: mentre si mantiene con un impiego da cameriere, appare in diverse produzioni teatrali off Broadway finché non lo nota il famoso drammaturgo Edward Albee che lo scrittura per recitare in "Fragments". Al cinema Norton arriva nel 1996. Poiché Leonardo DiCaprio ha rifiutato la parte, i produttori di "Schegge di paura" cercano disperatamente un co-protagonista da affiancare a Richard Gere (che minaccia di andarsene). Dopo più di duemila audizioni, nessuno è riuscito a dimostrarsi all'altezza. Norton si presenta al provino parlando con un'inflessione meridionale e affermando di venire dal Kentucky. Il ruolo è suo: nel film sarà Aaron Stampler, il ragazzo del sud in bilico sul crinale della follia, accusato dell'assassinio del vescovo di Chicago e apparentemente innocente. Per Norton è un debutto talmente convincente (alcuni dicono che l'unica cosa da salvare nel film sia lui) che conquista immediatamente la sua prima nomination all'Oscar (categoria miglior attore non protagonista). Subito dopo, sempre nel corso del '96, compare in "Tutti dicono I love you" di Woody Allen, in cui è Holden, giovane rampollo di buona famiglia che contende l'amore di Drew Barrymore all'avanzo di galera Tim Roth. Un'annata fantastica si conclude per Norton con la partecipazione al discusso film di Milos Forman "Larry Flint - Oltre lo scandalo", in cui è l'avvocato difensore dell'editore porno più famoso d'America. Sul set del film, tra l'altro, incontra Courtney Love, a cui è rimasto legato fino al 1998. In seguito partecipa con Matt Damon a "Il giocatore - Rounders" (1998), e soprattutto a un film che segna un altro momento importante della sua carriera: "American History X" (1998). Qui Norton è Derek Vinyard, un giovane neo-nazista pentito, in un ruolo che gli vale la seconda nomination all'Oscar (come miglior attore). Dopo che, nel 1999, ha fatto coppia con Brad Pitt in "Fight Club", il 2000 è stato per Norton l'anno del debutto come regista e sceneggiatore con "Tentazioni d'amore", di cui è anche interprete insieme a Ben Stiller e Jenna Elfman. Dopo essere stato protagonista accanto a Robert De Niro e Marlon Brando in "The Score" (2001) di Frank Oz, nel 2002 è presente alla Mostra del Cinema di Venezia con il film "Frida" di Jule Taymor ma soprattutto è uno dei protagonisti di "Red Dragon" di Brett Ratner, prequel della serie dedicata al prof. Hannibal Lecter, grande successo di pubblico negli Stati Uniti. Attore colto e intelligente, nel 2005 produce e interpreta "Down in the Valley", storia di innocenza e follia, ambientato in quel paesaggio West, la San Fernando Valley, ormai percorsa da autostrade a dieci corsie, che ha costituito il mito della Frontiera, alla radice dell'identità americana.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy