Costanza Quatriglio

PALERMO (Italia), 1973
 

BIOGRAFIA

Costanza Quatriglio
Regista. Dopo la laurea in Giurisprudenza, si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia. Dopo qualche cortometraggio - "Anna!" viene presentato in una sezione del Festival di Cannes e in concorso internazionale a Torino - , esordisce con "L'isola", presentato al 56mo Festival di Cannes alla Quinzaine des Réalisateurs nel 2003 e vincitore di numerosi premi in diversi festival internazionali. È dello stesso anno "Racconti per L'isola" making of del film sulla preparazione degli attori non professionisti, presentato alla 60ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. L'amore per il cinema del reale è evidente fin dai suoi primi documentari; tra questi "Ècosaimale?" (2000, Premio della Giuria al Festival di Torino), "L'insonnia di Devi" (2001, Tele+), "Il mondo addosso" (2006, Festival di Roma, Rai3) e "Il mio cuore umano" (2009, Evento Speciale al Festival Internazionale di Locarno, Rai3). I suoi film più recenti propongono una ricerca personale sulle forme della drammaturgia della realtà e sul documentario inteso come territorio di commistione tra i generi: "Terramatta", presentato alle Giornate degli Autori nell'ambito del 69mo Festival di Venezia, ha ottenuto diversi premi in vari festival. Designato "Film della critica", ha vinto il Nastro d'Argento per il Miglior Documentario 2013. "Con il fiato sospeso", presentato alla 70ma Mostra del Cinema di Venezia (2013) in Selezione Ufficiale Fuori Concorso, è vincitore del "Premio Gillo Pontecorvo" per il Miglior Film in lingua latina e segnalato ai Nastri d'Argento per la forte commistione tra finzione e documentario; "Triangle", vincitore del Premio Cipputi come Miglior Film sul mondo del lavoro al 32mo Torino Film Festival e del Nastro d'Argento per il Miglior Documentario. Nel 2015 ha realizzato il corto "The Zero Hunger Challenge", una breve favola dal realismo magico con cui torna a dichiarare il suo amore per il mondo dell'infanzia che ha caratterizzato i suoi esordi: la storia di un bambino che si prende cura di un uovo. Il corto è stato prodotto per il Padiglione Zero dell'Expo e presentato come Evento Speciale ad Alice nella città. Sempre nel 2015 gira "87ore", una sperimentazione radicale dell'utilizzo di immagini prodotte dalle videocamere di un sistema di videosorveglianza. Tra i suoi lavori figurano anche la campagna Telecom "Navigare Sicuri" (2010) e il videoclip Heartbreaker dei Black Eyed Dog (2015). Lontano dal set, Costanza Quatriglio ha lavorato anche per il piccolo schermo: è stata produttrice creativa per la Grundy Italia, dopo aver diretto, nel 2004, la miniserie "Raìz", una docu-fiction prodotta da Rai Tre sulla saga di una famiglia di origine capoverdiana che vive a Roma da oltre trent'anni. Ha insegnato regia cinematografica al Master di Cinema dell'Università Cattolica, all'IED, al Centro Sperimentale per la Cinematografia. È parte del comitato fondatore della Scuola d'Arte Cinematografica Gian Maria Volonté e del comitato didattico-artistico del Centro Sperimentale di Cinematografia, sede Sicilia, corso di Documentario.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy