Antonio Capuano

NAPOLI (ITALIA), 9 Aprile 1940
 

BIOGRAFIA

Scenografo per sceneggiati e programmi televisivi, autore e regista teatrale, televisivo e cinematografico, appassionato di pittura, vive e lavora prevalentemente a Napoli, dove è nato nel 1940 e dove insegna Scenografia presso l'Accademia di Belle Arti. Esordisce nel 1991 con "Vito e gli altri", tratto da una sua sceneggiatura premiata al Solinas nel 1988 , vincitore del Premio Internazionale della critica di Venezia nel 1992. Nel 1994 ha partecipato al film collettivo intitolato "L'unico paese al mondo". Nel 1996 è presente alla Mostra del Cinema di Venezia con "Pianese Nunzio: 14 anni a maggio", il suo secondo lungometraggio, vincitore del N.I.C.E-USA 1996. Nel 1997, con altri registi napoletani fra cui Mario Martone e Pappi Corsicato, gira l'episodio "Sophialoren"del film "I Vesuviani", anche questo presentato a Venezia. Nel 1998 gira "Polvere di Napoli", presentato al Festival di Locarno. Nel 2001 è nuovamente presente alla Mostra di Venezia con "Luna Rossa". Nel 2005 realizza "La Guerra di Mario", incontro tra un bambino "difficile" e una famiglia borghese che vorrbbe adottarlo. Il film ottiene una candidatura ai Nastri d' Argento e quattro candidature ai David di Donatello vincendone due, tra cui il Premio dei Critici. Seguono "Giallo?" (2009), "L'amore buio" (2010), presentato alla 67ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia nella sezione "Giornate degli autori" e con cui ottiene altre candidature ai Nastri d'Argento, e 'Bagnoli Jungle' (2015). Del 2018 è "Achille Tarallo", storia di un autista aspirante cantante, e del 2020 è "Il buco in testa", liberamente ispirato alla vicenda di Antonio Custra (vicebrigadiere del terzo reparto celere di Milano ucciso da un estremista di sinistra) e presentato fuori concorso al 38.Torino Film Festival. Il suo lavoro viene omaggiato e celebrato del film nominato agli Oscar 2022, "E' stata la mano di Dio" di Paolo Sorrentino, di cui fu mentore in giovane età. Nel 2022, gli viene assegnato il Premio Speciale dall'Accademia del cinema italiano, nell'ambito della 67esima edizione dei David di Donatello.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy