UN ANNO VISSUTO PERICOLOSAMENTE

THE YEAR OF LIVING DANGEROUSLY

AUSTRALIA - 1982
Nel 1965 un giovane giornalista australiano, Guy Hamilton, è inviato in missione da Sidney a Giakarta in Indonesia, ove il governo del presidente Sukarno, fondatore del partito nazionalista, sta vacillando. Sarà difatti rovesciato nel 1966 dal gen. Suharto, rappresentante dei generali di destra, dopo il fallimento di un colpo di stato comunista. Su questi avvenimenti ha scritto un libro Christofer John Koch, nato in Tasmania nel 1932) al quale si è ispirato Peter Weir, inserendovi una storia d'amore, che non altera la tematica principale del film. Guy Hamilton si rivela un giornalista coraggioso, appassionato della sua professione e corre tutti i rischi pur di conoscere la realtà socio-politica indonesiana, inerte e corrotta nelle alte sfere, colma di miseria, di desolato abbandono, di tristissima rassegnazione nel povero popolo. Balza subito agli occhi il contrasto fra Guy Hamilton e i suoi colleghi giornalisti occidentali, che sciupano il tempo in orge disgustose e, per le notizie, si attengono alle comunicazioni addomesticate del governo. A fianco di Guy compare Billy, un misterioso nano di origine cinese, abilissimo fotografo, intelligente, ricco di sentimenti umani e religiosi. E' Billy che procura ad Hamilton un'intervista esclusiva con il segretario clandestino del partito comunista; è ancora Billy che fa conoscere a Guy una giovane inglese, Jill, segretaria dell'addetto militare all'ambasciata e della quale il giornalista australiano si innamora. E proprio Jill confida a Guy una notizia segreta: l'arrivo di una nave carica di armi da Shangai, destinata ai comunisti. Per Guy è il colpo giornalistico, lo "scoop" che lo farebbe trionfare nella sua carriera, ma sarebbe anche un tradimento nei riguardi di Jill e di Billy, il quale conosce la notizia, ma la tiene segreta. Per motivi morali e di amicizia Guy sceglie il silenzio. La sommossa comunista scoppia, ma viene soffocata nel sangue. Billy espone allora da una camera d'albergo uno striscione rivolto a Sukarno, invitandolo a sfamare il suo popolo. Interviene la polizia e Billy, scaraventato dalla finestra, precipita al suolo e muore. Guy corre all'aeroporto, riesce a salire su uno degli ultimi aerei, ove lo attende Jill, con la quale coronerà il suo sogno d'amore.
  • Durata: 115'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, SENTIMENTALE
  • Specifiche tecniche: 35 MM, PANAVISION - METROCOLOR
  • Tratto da: OMONIMO ROMANZO DI C.J. KOCK (CHRISTOPHER JOHN - TASMANIA, 1932)
  • Produzione: PETER WEIR E JIM MCELROY PER MCELROY PRODUCTION
  • Distribuzione: CIC (1983)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy