Weekend al cinema

Escono Bandidas e Shutter. Finalmente in sala La spina del diavolo di Del Toro, ci riprova Tzameti
30 Giugno 2006
Weekend al cinema

BANDIDAS
genere: western
di Joachim Roenning, Espen Sandberg con Penelope Cruz, Salma Hayek
distrib. 01 Distribution

Western classico con echi al film Le pistolere. Al posto di Brigitte Bardot e Claudia Cardinale, l’inedita coppia Penélope Cruz e Salma Hayek. Di estrazione e storie molto diverse, le due si trovano ad essere unite dalla disgrazia: entrambe perdono le loro famiglie, in una contemporanea razzia per la confisca delle terre. Da qui la ricerca della vendetta, che le porterà ad imbattersi in un ispettore della polizia di New York, che finisce per sposare la loro causa.

LA SPINA DEL DIAVOLO

genere: horror
di Guillermo Del Toro con Eduardo Noriega, Marisa Paredes, Federico Luppi
distrib. Moviemax

Raffinata fiaba horror diretta da Guillermo del Toro. Primo capitolo della trilogia di cui è stato da poco presentato a Cannes Il labirinto del Fauno, vanta in produzione addirittura il sostegno di Pedro Almodóvar. L’ambientazione è la Spagna del 1939. Siamo in un collegio che ospita i figli dei Repubblicani morti in guerra. Fra loro il piccolo Carlos: ultimo arrivato, preso di mira dai compagni e perseguitato da uno spirito che vuole mettersi in contatto con lui. Numerosi, i riferimenti al genere spaziano da Stephen King a Dario Argento.

13 – TZAMETI

genere: thriller
di Gela Babluani con George Babluani, Philippe Passon
distrib. Teodora Film

Folgorante esordio del georgiano Géla Babluani, premiato nel 2005 alle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia e al Sundance Festival di Robert Redford. Thriller e poliziesco sono per il 27enne regista soltanto forma. La sostanza del suo film è un ritratto di violenza e realtà della sua Georgia, in seguito al crollo dell’Unione Sovietica. Secondo film della rassegna Cinque Pezzi facili, con cui la Teodora ripropone prodotti di qualità, penalizzati dalla distribuzione in sala. Il film pare inoltre ottenuto il plauso dello stesso Steven Spielberg.

SHUTTER
genere: horror
di Banjong Pisanthanakun, Parkpoom Wongpoom con Ananda Everingham, Achita Sikamana
distrib. Lucky Red

Horror tailandese sulla scia di The Grudge. Dallo spunto di un vecchio reportage sulla storica rivolta dell’ottobre 1973, l’idea degli impronunciabili registi di recuperare il tema dell’apparizione degli spiriti, altrimenti invisibili, nelle fotografie. Tutto inizia con l’investimento di una donna e la fuga dei pirati della strada. Da qui l’inizio di una lunga persecuzione, che si materializza in un terrificante puzzle di indizi, pian piano messo insieme dal fotografo protagonista.

CHIAMATA DA UNO SCONOSCIUTO
genere: thriller
di Simon West con Camilla Belle, John Bobek
distrib. Sony Pictures

Remake del film del 1979 Quando chiama uno sconosciuto. Il regista Simon West pone al centro della sua rilettura la moderna ossessione per i cellulari. Tutto nasce da un debito della protagonista verso la compagnia telefonica. Per questo accetta un lavoro da baby sitter presso una facoltosa famiglia, che vive in una dimora isolata. E’ nel corso del suo lavoro che inizia a ricevere delle strane telefonate. Quello che all’inizio sembrava un banale scherzo, si rivela presto essere una vera e propria persecuzione.

IMAGINE ME & YOU
genere: commedia
di Ol Parker con Eva Birthistle, Darren Boyd
distrib. 20th Century Fox

Sopresa all’altare per Heck e Rachel. Giunta al momento del fatidico sì, la ragazza si innamora perdutamente, ma dell’uomo sbagliato. E’ infatti uno degli invitati a rimettere in discussione le sue certezze. Per ripensarci è però troppo tardi e il matrimonio ormai s’ha da fare. Il prezzo di quel colpo di fulmine si farà sentire dopo le nozze. Alla regia l’esordiente Ol Parker.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy