Roma che verrà

Franchi, Corsicato e Giovannesi, Larry Clark e altri due Usa, Doillon, Miike, Muratova: 13 in Concorso, più due sorprese, per il festival di Mueller
10 Ottobre 2012
Roma che verrà

Tredici film in Concorso in prima mondiale, più due a sorpresa ancora da dichiarare. E’ il cartellone del VII Festival di Roma, per la prima volta diretto da Marco Mueller e in programma dal 9 al 17 novembre.
Tre gli italiani in lizza per il Marc’Aurelio d’Oro: E la chiamano estate di Paolo Franchi, con Isabella Ferrari e Jean-Marc Barr; Il volto di un’altra di Pappi Corsicato, con Laura Chiatti e Alessandro Preziosi; Alì ha gli occhi azzurri di Claudio Giovannesi.
In gara anche tre americani: A Glimpse Inside the Mind of Charles Swan III di Roman Coppola, con Charlie Sheen e Bill Murray, Marfa Girl di Larry Clark e The Motel Life dei fratelli Gabriel e Alan Polsky, con Stephen Dorff ed Emile Hirsch. Da segnalare anche Ixjana dei figli di Jerzy Skolimowski, Jozef e Michal; Main dans la main di Valerie Donzelli (La guerra è dichiarata); Spose celestiali dei mari di pianura del russo Alexei Fedorchenko; Un enfant de toi del francese Jacques Doillon; Eterno ritorno dell’ucraina Kira Muratova e Lesson of Evil di Takashi Miike. In attesa delle due new entry , probabilmente in arrivo da Cina e Iran, completa la griglia competitiva Mai morire del messicano Enrique Rivero.
Fuori concorso, viceversa, 9 titoli: The Gang of the Jotas di Marjane Satrapi; Le guetteur di Michele Placido; Bullet to the Head di Walter Hill (Maverick Award), con Sylvester Stallone; Mental di P.J. Hogan; il francese Populaire di Regis Roinsard, con Romain Duris e Bérénice Bejo; l’animazione Le 5 leggende di Peter Ramsey; The Twilight Saga: Breaking Dawn Part 2; il già annunciato film di apertura, Aspettando il mare di Bakhtiar Khudojnazarov, e quello di chiusura, Una pistola en cada mano dello spagnolo Cesc Gay.
Ancora, il programma della selezione Cinemaxxi è ancora da rivelare per intero, ma tra i titoli già anticipati figurano Suspension of Disbelief di Mike Figgis, Tricked di Paul Verhoeven, L’assolutezza del cerchio – Il G.R.A. di Renato Nicolini di Gianfranco Rosi, Tutto parla di te di Alina Marazzi.
Infine, tra i lungometraggi in Concorso di Prospettive Italia troviamo Cosimo e Nicole di Francesco Amato, l’esordio di Carlo Lucarelli, L’isola dell’angelo caduto, e Razza bastarda di Alessandro Gassman. Aprirà la competizione La scoperta dell’alba di Susanna Nicchiarelli, dal romanzo omonimo di Walter Veltroni.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy