Premio LUX a Dio è donna e si chiama Petrunya

Al film di Teona Mitevska il riconoscimento del Parlamento Europeo. "Sono una donna, sono macedone e sono europea e credo fermamente che il futuro dell’Europa significhi solidarietà e inclusione”, dice la regista. In sala dal 12 dicembre
27 Novembre 2019
Al cinema, In evidenza, Premi
Premio LUX a Dio è donna e si chiama Petrunya

Dio è donna e si chiama Petrunya ha vinto il Premio LUX 2019 del Parlamento Europeo, consegnato dal Presidente David Sassoli alla regista Teona Mitevska.

“Petrunya è una ribelle”, ha affermato Mitevska parlando all’assemblea di Strasburgo oggi in sessione plenaria. “Sono la sua resistenza, il suo coraggio e la sua ricerca di giustizia a toccarci profondamente. Vengo spesso criticata perché i miei film sono troppo politici ed è vero: ma penso sia mio dovere alzare la voce per parlare di problemi di cui nessun altro osa parlare nel mio paese. Come possiamo aspirare altrimenti a un futuro migliore? Sono una donna, sono macedone e sono europea e credo fermamente che il futuro dell’Europa significhi solidarietà e inclusione”.

Ad accompagnare la regista erano presenti a Strasburgo anche la sorella produttrice Labina Mitevska e la protagonista del film, Zorica Nusheva.

Teodora Film si congratula con Teona Mitevska per questo riconoscimento prestigioso, nella speranza che sia di buon auspicio come lo è stato lo scorso anno per La donna elettrica dell’islandese Benedikt Erlingsson, distribuito in Italia proprio da Teodora e diventato un grande successo di pubblico.

Accolto trionfalmente anche al Torino Film Festival, dove domenica scorsa si è svolta la première italiana, Dio è donna e si chiama Petrunya uscirà nelle sale il 12 dicembre.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy