L’Anec sulle capienze

L'associazione esercenti: "Necessario aprire un confronto attraverso una vertenza cultura coinvolgendo il governo e tutte le categorie dello spettacolo"
L’Anec sulle capienze
Una sala del Madison di Roma

“L’ANEC – Associazione Nazionale Esercenti Cinema, appresa la notizia sul rinvio in Cdm di ogni decisione in merito al ritorno alla piena capienza dei cinema e dei luoghi di spettacolo, pur apprezzando e ringraziando per l’impegno e l’azione costante nell’interesse del settore del Ministro della Cultura Dario Franceschini, ritiene necessario aprire un confronto attraverso una vertenza cultura coinvolgendo il governo e tutte le categorie dello spettacolo, produttori e distributori di Anica, l’ Associazione Unita, le maestranze, i sindacati e tutti i professionisti del cinema, con il primario intento di raggiungere al più presto indicazioni temporali certe sulle misure per il ritorno alla normalità e iniziative ancora più concrete e condivise per la ripresa del settore dello spettacolo”.

“Alla luce dell’andamento generale del Paese è un’esigenza improcrastinabile di cui sentiamo estremo bisogno. Nelle prossime ore saranno condivise e comunicate le iniziative che metteremo in campo. Non possiamo pensare che ancora una volta lo spettacolo debba subire scelte estremamente penalizzanti, soprattutto in un momento in cui in Europa si apre al normale ritorno nelle sale di cinema e teatri.” Così in una nota il Presidente dell’ANEC Mario Lorini. All’appello dell’ANEC si unisce anche l’AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo, garantendo la sua piena adesione.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy