UN AMORE SENZA FINE

ITALIA - 1958
Un giovine ingegnere, Alberto Danieli, si reca al Terminillo per trascorrervi un periodo di riposo, dedicandosi all'esercizio degli sci. All'albergo dove alloggia conosce Gloria, una ragazza molto timide e riservata e se ne innamora. La giovane donna sembra ricambiare il sentimento dell'ingegnere, ma ad un tratto ella scompare senza lasciare alcuna indicazione che possa consentire ad Alberto di rintracciarla. Ciononostante l'ingegnere la ritrova dopo qualche tempo nella casa di un celebre chirurgo; egli è convinto che la giovane donna intrattenga una relazione, e s'allontana bruscamente senza ascoltare le spiegazioni ch'ella vorrebbe dargli. Dopo qualche tempo, Alberto, che ha fatto ogni sforzo per dimenticare l'episodio, viene a sapere che Gloria e afflitta da un grave male, che per questo ha cercato di fargli perdere le sue tracce, che il suo male appunto l'aveva condotta nella casa del Chirurgo, il quale è del resto il miglior amico della sua famiglia. Alberto corre al capezzale dell'ammalata di cui implora il perdono. Benché un intervento chirurgico presenti gravi difficoltà, Gloria insiste per essere operata; e l'intervento è coronato dal successo. Gloria guarisce: nessun ostacolo s'oppone ormai al matrimonio dei due innamorati.

CAST

CRITICA

<<(...) Un facile sentimentalismo toglie alla vicenda ogni spontaneità, rendendola poco interessante. Mediocre anche l'interpretazione>>. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy