Millions

GRAN BRETAGNA, USA - 2004
Millions
Tra dodici giorni in Gran Bretagna avverrà il fatidico passaggio all'Euro e bilioni di sterline saranno destinate al macero. Quale migliore occasione per delle menti criminali? Ma, purtroppo per loro, la progettata rapina al treno va storta e un'enorme sacca piena di soldi capita tra le mani di Damian e Anthony, due fratelli che si sono appena trasferiti con la famiglia. Damian è convinto che i soldi siano un dono di Dio per mettere alla prova la sua generosità e cerca dei poveri a cui donare una grossa fetta di quel denaro. Suo fratello Anthony, più pratico e materialista, grazie ai soldi progetta di assicurarsi potere, protezione e tanti giochi prima per loro neanche immaginabili. Cosa faranno due bambini di 8 e 10 anni, con 250.000 sterline, poco tempo per spenderle e una banda di criminali incalliti alle spalle disposti a tutto pur di riavere il loro bottino? Gli insegnanti si accorgeranno dello strano comportamento dei due ragazzini o i banditi arrriveranno prima?
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, DRAMMATICO, POLIZIESCO
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: ANDREW HAUPTMAN, GRAHAM BROADBENT, DAMIAN JONES PER MISSION PICTURES, PATHE' PICTURES LTD., INSIDE TRACK 2, MISSION PICTURES
  • Distribuzione: MEDUSA (2005)
  • Data uscita 8 Aprile 2005

RECENSIONE

di Valerio Sammarco

Un borsone con 230.000 sterline – frutto di una rapina ad un treno – cade dal cielo e finisce a pochi passi da Damian (Alex Etel), bimbo di otto anni con la spiccata propensione al bene. Messo al corrente dell’evento, Anthony (Lewis McGibbon), il fratello poco più grande, comincia a pensare al modo di spenderli o, meglio, investirli. Bisogna fare in fretta, però: fra dodici giorni l’Inghilterra entrerà nell’Euro e tutti quei soldi rischiano di diventare inutilizzabili. Nel frattempo, fra continue incomprensioni e litigi – Damian vorrebbe aiutare i poveri, Anthony non ne vuole sapere , uno dei ladri si è rimesso sulle tracce del bottino. Dal romanzo omonimo dello sceneggiatore Frank Cottrell Boyce (suoi molti script per i lavori di Winterbottom), Danny Boyle realizza questo insolito film per famiglie, Millions, mettendosi ad altezza di bambino. Accantonando la geniale irriverenza di Trainspotting e l’epidemico orrore di 28 giorni dopo, il regista di Manchester colora la sua città – grazie alla quasi accecante fotografia di Anthony Dod Mantle (Dogville), alla seconda collaborazione consecutiva con Boyle – e si concede parecchie divagazioni “spirituali”: il piccolo protagonista, profondo conoscitore della biografia dei santi patroni, di tanto in tanto interloquisce con alcuni di loro – Santa Chiara, San Francesco, San Giuseppe e San Pietro – e riuscirà così a conoscerli da un’angolazione più “umana”. Gradevole, a tratti divertente, il film gioca con l’eventualità di un ipotetico passaggio britannico alla moneta europea ma non riesce a svincolarsi da un sottogusto fin troppo sdolcinato e palesemente volto all’incondizionato consenso. Non ancora uscito in Inghilterra, ma accolto favorevolmente dalla critica statunitense – dove è arrivato con sole cinque copie, poi aumentate vorticosamente nel giro di qualche settimana – Millions segna un’inequivocabile svolta nella filmografia di Boyle, già impegnato alla lavorazione di un prossimo progetto, il fantascientifico Sunshine.

CRITICA

"Mentre l'Inghilterra sta per entrare nell'euro, il regista di 'Trainspotting', l'ex trasgressivo Danny Boyle (ma una dose di follia c' è anche qui), si adopera affinché un ragazzino strafaccia beneficenza, rischiando la fine della Bobulova in 'Cuore sacro'. Rilettura pop, in tuta e piedini sporchi, della 'Vita è meravigliosa', una curiosa e a suo modo ispirata variazione sul proletariato di Tony Blair, un attimo di felicità regalato ed espresso benissimo da una coppia minorenne circondata da tanti maggiorenni assai meno rispettabili." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 9 aprile 2005)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy