Il collezionista di occhi

See No Evil

USA - 2006
Il collezionista di occhi
Frank Williams è un poliziotto. Un giorno, mentre è di pattuglia con un collega, rispondendo ad un SOS irrompe in una casa. Al suo interno trovano una donna terrorizzata e brutalmente sfigurata: gli occhi le sono stati strappati. Prima che i due poliziotti si rendano conto di essere in pericolo, si trovano davanti un essere enorme armato di ascia. Il compagno di Frank viene ucciso e lui perde un braccio ma riesce a sparare contro il mostro e a ferirlo. Quattro anni dopo Frank lavora all'interno di un carcere minorile, ma non ha mai dimenticato quel terribile giorno ed è perseguitato dalla visione del massacro. Gli è stata assegnata una squadra di otto ragazzi: Russel, Richie, Melissa, Christine, Zoe, Michael, Kira e Tyson, tutti condannati per reati minori. In vista del loro reinserimento nella società, i ragazzi devono svolgere un lavoro socialmente utile: ristrutturare il Blackwell, un vecchio albergo abbandonato. Al loro arrivo, i nove trovano una struttura fatiscente e un'anziana donna che li accoglie e racconta loro la storia dell'albergo. Sia Frank che i ragazzi però avvertono una strana atmosfera. Il mostro del passato è lì, nascosto nell'ombra, pronto a fare i conti con lui e con i ragazzi...
  • Altri titoli:
    The Goodnight Man
    Eye Scream Man
    Goodnight
  • Durata: 85'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: WORLD WRESTLING ENTERTAINMENT (WWE), LIONS GATE FILMS, WWE FILMS
  • Distribuzione: MEDIAFILM
  • Vietato 14
  • Data uscita 28 Luglio 2006

CRITICA

"Cosa possiamo aspettarci da un film diretto da un regista un tempo realizzatore di porno che, italianizzato, fa di nome Gregorio Scuro? Cosa attendersi da un horror adolescenziale con protagonista un lottatore di wrestling il cui titolo è 'Il collezionista di occhi'? Chi si è emozionato per 'Volver' stia alla larga. Chi si entusiasma per 'The Eye 3' o 'Il custode' forse ridacchierà beffardo guardando 'Il collezionista di occhi' di Gregory Dark, soprattutto quando capirà che la premessa porterà inequivocabilmente a quello che gli appassionati del genere sanno definire sapientemente come 'slasher movie', ovvero prendi un gruppo di giovani e trattali male, magari attraverso un serial-killer che li massacri tutti. Intendiamoci, 'Reazione a catena' di Mario Bava e 'Halloween' di John Carpenter erano e rimangono dei capolavori del genere. 'Il collezionista di occhi', invece, non è nemmeno dozzinale. E' il grado zero della scrittura cinematografica horror. Nemmeno le numerose gole sgozzate e le tante teste fracassate riescono a destarci dall'irritante torpore del tutto già visto mille volte. E mille volte meglio." (Francesco Alò, Il Messaggero', 29 luglio 2006)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy