Hanna D. La ragazza del Vondel Park

ITALIA - 1984
Hanna,una ragazza abbandonata completamente a se stessa, non è per nulla inibita sessualmente e attira le attenzioni di persone di pochi scrupoli, come Miguel, che approfitta di lei inducendola a prostituirsi. La vendita del proprio corpo diventa uno dei mezzi con cui procurarsi la dose quotidiana di eroina. Fino a quando non entra in campo Alex, un giovane che inaspettatamente è spinto da un affetto sincero nei suoi confronti. L'intervento di Alex consentirà a Hanna di uscire dal tunnel della droga e della prostituzione per diventare, accanto al suo "salvatore", una ragazza felice come tante altre.

CAST

CRITICA

"'Ogni riferimento a tutti i giovani che soffrono non è puramente casuale': è questo l'ultimo 'messaggio', si fa per dire, posto in coda al film e lanciato - con scarso buon gusto o forse per ironia - allo spettatore. La sofferenza maggiore comunque è sicuramente quella causata dal film nei confronti dello spettatore stesso. Droga, sesso, violenza, sono gli immancabili ingredienti di un film avvilente che vanta, per giunta, pretese moralizzatrici. Il 'recupero' finale della ragazza infatti non è altro che un subdolo pretesto grazie al quale poter sciorinare disinvoltamente uno spettacolo moralmente inaccettabile come questo." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 99, 1985)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy