DUE CANDIDATI PER UNA POLTRONA

WELCOME TO MOOSEPORT

USA - 2004
DUE CANDIDATI PER UNA POLTRONA
Monroe 'Eagle' Cole, ex presidente degli Stati Uniti, al termine del suo mandato decide di ritirarsi nella tranquilla cittadina di Mooseport. Poi, spinto dai suoi concittadini, decide di posticipare la pensione e di candidarsi alle elezioni per il sindaco. Nel frattempo inizia a frequentare Sally, la veterinaria di Mooseport, che frustrata dalle poche attenzioni che le rivolge il suo fidanzato Handy, il ferramenta e idraulico locale, non si sottrae alla corte di Eagle, a sua volta ignaro della relazione tra i due. La gelosia di Handy si scatena, così anche lui decide di candidarsi alle elezioni pur di dare battaglia a Eagle. La campagna elettorale prende risvolti incandescenti e l'acceso dibattito tra i due candidati coinvolge l'intera comunità.
  • Durata: 110'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM, WESCAM - DELUXE
  • Produzione: MARC FRYDMAN, BASIL IWANYK E TOM SHULMAN PER MOOSEPORT PRODUCTIONS, INTERMEDIA FILMS
  • Distribuzione: 20TH CENTURY FOX
  • Data uscita 11 Giugno 2004

NOTE

- DENNIS AKAYAMA E' ACCREDITATO COME DENIS AKIYAMA.

CRITICA

"Commedia americana (auto) ironica, 'Due candidati per una poltrona' di Donald Petrie deve molto a Gene Hackman. La sua interpretazione del politico egocentrico trasuda una padronanza e un'autorità che intimidiscono. Ma Hackman è così azzeccato che nel film finisce per mancare l'antagonista: il cattivo Gene è così inesorabilmente simpatico, che non tifare per lui diventa praticamente impossibile." (Roberta Bottari, 'Il Messaggero', 11 giugno 2004)

"La politica americana può o potrebbe far ridere. A questo deve aver pensato lo sceneggiatore / produttore Tom Schulman ('Tutte le manie di Bob', 'Tesoro, mi si sono stretti i ragazzi', 'Io, me & Irene') nella stesura del copione di questa farsa dei politici di professione (...) Gene Hackman vs. Ray Romano. Un architrave del cinema americano degli ultimi quaranta anni contro la star di una serie televisiva. Il film nell'ovvietà dell'impianto e dei suoi sviluppi ha sprazzi di dialogo godibile e poco altro. Oltre ai due protagonisti, gli altri attori (Marcia Gay Harden, Maura Tierney, Rip Torn, Christine Baransky) sono semplicemente funzionali alle loro caratterizzazioni di contorno e non attenuano la sensazione di un superficiale sperpero del cast per un film che avrebbe potuto essere feroce e irridente." (Enrico Magrelli, 'Film Tv', 15 giugno 2004)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy