Before Midnight

GRECIA, USA - 2013
3/5
Before Midnight
Sono passati poco meno di venti anni dal loro primo incontro a Vienna, e dieci dalla secondo volta che si sono visti a Parigi: ora Jessie e Céline sono sposati e hanno due figlie gemelle, Ella e Nina. Durante una vacanza in Grecia da amici, i due intrattengono lunghe conversazioni sulle emozioni e sul loro rapporto, inevitabilmente messo alla prova dal tempo. Riuscirà una notte in hotel a offrire delle risposte sul loro amore?
  • Durata: 108'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: DCP
  • Produzione: RICHARD LINKLATER, CHRISTOS V. KONSTANTAKOPOULOS, SARA WOODHATCH PER DETOUR FILMPRODUCTION, FALIRO HOUSE PRODUCTIONS
  • Distribuzione: GOOD FILMS
  • Data uscita 31 Ottobre 2013

TRAILER

RECENSIONE

di Valerio Sammarco

Jesse e Celine hanno messo su famiglia. Un tramonto e un’alba – lo speravano loro, lo avevamo immaginato noi – non sarebbero bastati a colmare il loro grande amore. Ormai quarantenni, genitori di due gemelle, più Hank, maschietto avuto dall’uomo nel precedente, sfortunato matrimonio, si ritrovano finalmente soli per una notte, in una lussuosa stanza d’albergo sul mare del Peloponneso. Potrebbero levarsi di dosso preoccupazioni e responsabilità, oltre ai vestiti, ma finiranno per scontrarsi su tutte le questioni irrisolte del loro rapporto, che sarà messo seriamente alla prova…
Ethan Hawke e Julie Delpy sono cresciuti, Richard Linklater – ancora insieme a loro – ne mette su carta e sullo schermo le evoluzioni: l’amore spensierato e furtivo di ormai quasi 20 anni fa si è trasformato, solidificandosi certo, ma rischiando di perdere slancio di fronte al peso della quotidianità, dei figli, del lavoro e delle ambizioni, più o meno frustrate.
È un duetto perpetuo, Before Midnight, che cresce inevitabilmente di pari passo all’abbandono del mondo circostante (lasciato il gruppo di amici, Jesse e Celine camminano e parlano fino all’albergo) e che riporta la vita al centro di una relazione. Che rischia di scoppiare, almeno fino a mezzanotte…

NOTE

- FUORI CONCORSO AL 63. FESTIVAL DI BERLINO (2013).

- JULIE DELPY E' STATA CANDIDATA AL GOLDEN GLOBE 2014 COME MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA (CATEGORIA FILM MUSICAL/COMMEDIA).

- CANDIDATO ALL'OSCAR 2014 PER LA MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE.

CRITICA

"Il terzo capitolo dell'innamoramento-amore di Jesse e Cèline diretto da Linklater dal 95 a oggi ci porta, riassumendo il tempo, in Grecia a pranzo, poi alla lite notturna che vuol parere cine verità, improvvisazione, bombe di parole e insulti da vera vita coniugale mentre è un monumento alla falsificazione, un stereotipo da Actor Studio cui Ethan Hawke e Julie Delpy partecipano con bravura sadomaso e con gioia." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 31 ottobre 2013)

"Chi ricorda 'Prima dell'alba' e 'Prima del tramonto' di Richard Linklater ritroverà con piacere misto a curiosità la coppia formata da Céline e Jesse. E non resterà deluso, perché i film (e gli interpreti) migliorano col tempo. Se diciotto anni fai due innamorati erano a Vienna e nel 2004 a Parigi, altri nove anni dopo li troviamo di nuovo in vacanza: il contesto è la Grecia, dove soggiornano con le due figlie e altre coppie di amici. Un idillio? Non tanto. (...) Linklater ridefinisce i con toni della commedia sentimentale e della commedia di ri-matrimonio. Anzi, 'Before Midnight' non è neppure una commedia, benché humour e dialoghi affilati non manchino. La tensione palpabile tra i protagonisti fa pensare piuttosto (anche per il tono autobiografico che vi si intuisce) al grande 'Viaggio in Italia' di Rossellini. Se le rom-com contemplano una rottura e una riconciliazione, i capitoli della storia di Jesse e Céline non si chiudono mai su qualcosa di definitivo. Alla prossima puntata, allora...?" (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 31 ottobre 2013)

"Come il maestro Eric Rohmer, l'americano Richard Linklater è un regista che ama la forma del racconto morale, i cui protagonisti sono di certo esseri umani colti con naturalezza in uno specifico frangente esistenziale, ma nello stesso tempo assumono il valore emblematico di un teorema di vita. Come Julie Delpy ed Ethan Hawke, ovvero Celine e Jesse che nel 1995 in 'Prima dell'alba' erano due giovani studenti caduti innamorati l'uno dell'altra su un treno per Vienna. A quasi dieci anni di distanza, in 'Prima del tramonto', si erano rivisti a Parigi fra scintille di passione e recriminazioni. Adesso, in 'Before Midnight', sono i genitori di due deliziose gemelle nell'ultimo giorno di vacanza in Grecia. Una coppia affiatata, ma pur sempre due ultraquarantenni su cui le responsabilità dell'età adulta hanno lasciato un segno; e pur sempre un uomo e una donna, ovvero due mondi inconciliabili. (...) Scritto a sei mani da Linklater con Hawke e la Delpy, il film - salvo una deliziosa scena di pranzo in cui ogni astante interviene con umorismo e divertimento sul tema della coppia - è un lungo, ininterrotto dialogo a due che potrà annoiare alcuni, ma incanterà altri per l'inesauribile sapienza dialettica, per l'accattivante complicità degli interpreti e per la grazia con cui rincorre, pur continuamente negandola, l'utopia dell'amore assoluto." (Alessandra Levantesi Kezich, 'La Stampa', 31 ottobre 2013)

'Before Midnight' di Richard Linklater, che chiude una trilogia iniziata quasi 20 anni fa, mette di nuovo a confronto i due protagonisti, ormai genitori di due bambine. I problemi cambiano, le responsabilità aumentano, ma i due sapranno ritrovare le ragioni che li hanno fatti innamorare tanto tempo prima." (Alessandra De Luca, 'Avvenire', 31 ottobre 2013)

"È l'atteso terzo capitolo della trilogia dei 'Before' ('Before Sunrise' -1995, 'Before Sunset' - 2004) espressa nel genere 'walking romantic comedy' generato da Linklater con l'inossidabile coppia (professionale) Hawke-Delpy. Un piccolo grande miracolo di Verità sull'amore, chiacchierato fino all'ultimo respiro con arguzia, intelligenza e disincanto. Passioni e malinconie, il duplice punti di vista rispettato, travolgente. Da vedere." (Anna Maria Pasetti, 'Il Fatto Quotidiano', 31 ottobre 2013)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy