Beryl Bainbridge(Beryl Margaret Bainbridge)

LIVERPOOL, Merseyside (Gran Bretagna), 21 Novembre 1934
LONDRA (Gran Bretagna), 2 Luglio 2010
 

BIOGRAFIA

Scrittrice. Nasce a Liverpool ma trascorre i primi anni della sua vita nel piccolo paesino di Formby. Sin da piccola ha una grande passione per la scrittura e si iscrive alla Merchant Taylors' Girls' School da cui viene espulsa a 14 anni a causa di un bigliettino d'amore scrittole da una compagna di classe. Nello stesso 1947 si innamora di un prigioniero di guerra tedesco in attesa di essere rimpatriato e nei sei anni successivi intrattiene con lui una fitta corrispondenza, cercando di ottenere i permessi necessari a farlo rientrare in Gran Bretagna per poterlo sposare. Nel 1953, però, tronca ogni rapporto con lui dopo aver conosciuto l'artista Austin Davies, con cui convola a nozze l'anno successivo. Il loro amore è destinato a non durare e dopo pochi anni Beryl si ritrova sola con due bambini. Successivamente ha una relazione con lo scrittore Alan Sharp da cui ha una figlia, la futura attrice Rudi Davies. Le sue storie d'amore sono tutte talmente drammatiche e travagliate da spingerla nel 1958 a tentare il suicidio con il gas. Dopo aver esordito nel film TV "Rookery Nook" (1953) di Ben Travers, tenta la carriera di attrice e nel 1961 appare in un paio di episodi della soap opera "Coronation Street". In quegli stessi anni inizia a scrivere, basandosi sul suo passato e su quanto le era accaduto soprattutto durante l'infanzia ma i suoi primi racconti, osannati dalla critica, non entusiasmano i lettori. Nel 1980 il suo romanzo "Sweet William", scritto cinque anni prima, trova la via dello schermo in "Un adorabile canaglia" e il regista Claude Whatham le chiede di scrivere la sceneggiatura del film interpretato da Sam Waterston. Altri due suoi romanzi arrivano al cinema: "The Dressmaker" diventa "La sarta", diretto da Jim O'Brien, mentre nel 1995 il regista Mike Newell sceglie "An Awfully Big Adventure" per il suo "Un'avventura terribilmente complicata", che ha per protagonisti Alan Rickman e Hugh Grant. Negli anni Novanta, abbandona l'avventura cinematografica per dedicarsi ai romanzi storici e alla critica teatrale. Muore di cancro all'età di 77 anni nella capitale britannica.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy