Zero, il moderno supereroe di Netflix

In produzione la serie di Antonio Dikele Distefano tra Milano, superpoteri e rap
Zero, il moderno supereroe di Netflix

Da un’idea di Antonio Dikele Distefano, stella nascente nel panorama editoriale italiano, Netflix annuncia oggi la sua nuova serie originale italiana: Zero è la storia di un timido ragazzo di origini africane, italiano di seconda generazione con uno straordinario superpotere.

Distefano e Menotti (Lo chiamavano Jeeg Robot)  scrivono la serie insieme a Stefano Voltaggio, Massimo Vavassori, Carolina Cavalli e Lisandro Monaco, per un’originale esplorazione della periferia milanese con elementi mutuati dalla scena rap.

L’ideatore racconta così il progetto: “Zero nasce da una mia esigenza di mettere insieme diverse storie. Un ragazzo speciale, un ragazzo nero, che grazie al suo superpotere riesce a vedere la realtà che si cela dietro all’apparenza delle cose, delle persone e delle relazioni”.

E aggiunge: “Il rap sarà uno dei protagonisti, è la lingua della nostra epoca, capace di raccontare mondi che la gente non vede, come la periferia milanese in cui è ambientata la serie, la mia lingua”.

Felipe Tewes, Director, International Originals di Netflix commenta: “Il nostro obiettivo è trovare voci locali nuove e dare loro l’opportunità di raccontare le proprie storie ad un pubblico mondiale. Siamo entusiasti di collaborare con Antonio, Menotti e il pool di scrittori di Zero per portare in vita la loro visione, il primo show di supereroi nella nostra offerta di contenuti originali italiani”.

Zero è prodotta da Fabula Pictures con la partecipazione di Red Joint Film. Le riprese inizieranno nel 2020.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy