Weekend al cinema

Tutti per uno e uno per tutti in sala: Theo Angelopoulos. Con Garfield, l'alieno Paul e Nauta
1 Giugno 2011
Weekend al cinema

E’ arrivato con due anni di ritardo, ma è arrivato: Theo Angelopoulos, l’autore de La recita e Lo sguardo di Ulisse, si riaffaccia nelle sale italiane grazie a Movimento Film e Classic, che distribuiscono nel nostro paese La polvere del tempo, seconda parte di una trilogia dedicata alla memoria già presentata a Berlino 2009. Cast di grandi nomi – ci sono Willem Dafoe, Irene Jacob, Bruno Ganz e Michel Piccoli – per un progetto di enormi ambizioni, che vuol ripercorrere mezzo secolo di storia del novecento attraverso i ricordi di un regista desideroso di realizzare un film sulla figura della madre: la donna che ha intrecciato la propria sorte con i destini politici dell’Europa. Non ha bisogno di presentazione Garfield, il gattone arancione che salta dal piccolo al grande schermo senza perdere le proprie fattezze e peculiarità: è ancora un cartone animato ed è sempre più pigro. Nel film d’animazione diretto da Mark A.Z. Dippé, Garfield viene coinvolto dal super-gatto palestrato Garzooka, proveniente dal mondo Mondo dei Fumetti, in una missione speciale: sventare il piano della malefica Vetvix, determinata a conquistare anche l’universo dei Cartoni.
Per il pubblico dei più piccoli in arrivo anche l’alieno Paul, anche se qui di pellicola live-action si tratta. Diretto da Greg Mottola, è la storia di due fanatici della fantascienza che decidono di andare in pellegrinaggio nel cuore dell’America degli UFO, ovvero la famosa area 51. Giunti nei dintorni, i due s’imbatteranno in uno strambo alieno, il piccolo e verde Paul, che li accompagnerà in un viaggio che altererà per sempre il loro universo. Di tutt’altro genere è l’avventura che capita a Zack e Miri, protagonisti della commedia pepata Amore a…primo sesso di Kevin Smith (il regista di Clerks): i due protagonisti per fare un po’ di soldi decidono di realizzare un film porno artigianale. Ma un semplice stratagemma finanziario si rivelerà per la coppia qualcosa di inaspettato.
Promette risate anche Four Lions, parodia sul terrorismo ambientata in Gran Bretagna dove un gruppo di giovani musulmani – Omar, Way, Barry e Faisal – decide di abbracciare la causa della Jihad puntando a grandi obiettivi. Peccato che dopo l’addestramento in Medio Oriente, le loro certezze verranno meno. Spazio all’horror invece con Esp. Fenomeni paranormali, che mischia Paranormal Activity e Real Tv: Lance Preston sta girando con la sua troupe televisiva una serie nei luoghi infestati da fantasmi. Per uno degli episodi viene scelta come location l’Ospedale Psichiatrico abbandonato di Collingwood, dove si dice che da anni vengano segnalati alcuni fenomeni paranormali inspiegabili. Il gruppo decide quindi di passarvi un’intera notte, ma ben presto si renderà conto che l’edificio è molto più che semplicemente abitato dai fantasmi e che non ha alcuna intenzione di farli uscire vivi. Ambientato nel futuro ma con evidente ricadute sul presente è invece Tutti per uno di Romain Goupil: è il 22 marzo 2067 e la 60enne Milana, residente in Francia ma di origine cecena, ricorda i momenti trascorsi nel 2009 con i suoi compagni delle scuole elementari – Blaise, Alice, Claudio, Ali e Youssef – e il piano escogitato insieme per evitare l’espulsione dal paese. Protagonista Valeria Bruni Tedeschi. Unica uscita italiana Nauta dell’esordiente Guido Pappadà, fiaba ecologista ispirata a La profezia di Celestino di James Redfield, in cui un antropologo va per mare alla scoperta di un misterioso fenomeno naturale.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy