Weekend al cinema

Cesare deve morire in sala, dove ci sono i Posti in piedi di Verdone & Co. e Gli Sfiorati di Rovere. Attenti al maghetto Radcliffe e ai misteri della Woman in Black
2 Marzo 2012
Weekend al cinema

Cesare deve morire, il film che ha regalato l’Orso d’oro a Berlino ai fratelli Taviani e un po’ d’orgoglio al bistrattato cinema italiano, è in sala ed è la novità più attesa del weekend. E’ una docu-fiction realizzata con i detenuti di massima sicurezza del carcere di Rebibbia, a cui viene chiesto di mettere in scena all’interno del penitenziario il Giulio Cesare di Shakespeare: il testo del Bardo susciterà una forte identificazione tra i carcerati e i personaggi della finzione.
Altro film tricolore molto atteso è il nuovo di Carlo Verdone, Posti in piedi in Paradiso, che racconta con graffiante ironia (e non poca amarezza) il precariato economico e affettivo dell’Italia oggi: non a caso i tre protagonisti, pur appartenendo a diverse generazioni (60, 50, 40enni), condividono una condizione simile: sono padri separati, con figli a carico, caduti in disgrazia sul fronte lavorativo, fondamentalmente poveri. Verdone, Pierfrancesco Favino e Marco Giallini sono rispettivamente Ulisse, Fulvio e Domenico, i quali per dividere le spese decidono di vivere insieme: è l’inizio di una convivenza assai tormentata…
Nel fine settimana debuttano altri due film nostrani: Gli sfiorati di Matteo Rovere, tratto dal romanzo di Sandro Veronesi, racconta la relazione particolare tra Belinda e Méte: i due ragazzi sono figli dello stesso padre ma si conoscono appena: s’incontrano per la prima volta a Roma, per il matrimonio dei genitori, e da allora scatta qualcosa tra loro. Con Miriam Giovanelli e Andrea Bosca.
Henry di Alessandro Piva – con Carolina Crescentini e Claudio Gioè – è un noir metropolitano ambientato a Roma, una città che parla in varie lingue lo stesso umorismo nero, tre notti di inseguimenti, mani mozze e sospiri d’amore, un finale nel quale si ritrovano tutti armi alla mano.
Dramma della malattia raccontato nei toni di una commedia: è 50/50 di Jonathan Levine, protagonista Adam (Joseph Gordon-Levitt), 30 anni e un’esistenza appagante che condivide con la bella fidanzata Rachel (Bryce Dallas Howard) e l’amico Kyle (Seth Rogen). Tuttavia, la scoperta di avere una rara forma di cancro cambia la sua visione della vita: frustrato e incapace di accettare la malattia, Adam sembra aver rinunciato a combattere. Il supporto di Kyle e della famiglia e l’incontro con la terapista Katherine (Anna Kendrick), aiuteranno Adam a capire che la vita può ricominciare, basta non dare nulla per scontato.
Safe House di Daniel Espinosa approda nel nostro paese dopo aver sbancato il botteghino americano: è una spy-story vecchio stampo, con Denzel Washington nei panni di Tobin Frost, ex agente operativo della CIA che si è messo a vendere i servizi segreti militari a chiunque per denaro. Nascosto in Sudafrica, Tobin è a conoscenza di alcuni segreti che interessano i suoi ex colleghi. L’irruzione di alcuni mercenari nella Safe House di Città del Capo, dove Frost è stato catturato e rinchiuso, costringerà lui e il suo agente custode Matt Weston (Ryan Reynolds) ad allearsi per la salvezza, in attesa di scoprire chi li vuole morti.
Infine torna la Hammer film, la celebre casa di produzione britannica famosa per i suoi horror spettrali, dalle atmosfere gotiche. Si ripresenta con una pellicola din linea con la sua tradizione, The Woman in Black, con protagonista l’ex harry Potter Daniel Radcliffe: quest’ultimo è un giovane avvocato londinese, Arthur Kipps, che arriva a Crythin Gifford, uno sperduto villaggio circondato da paludi, per presenziare ai funerali di un’anziana cliente – la signora Drablow che viveva da reclusa a Eel Marsh House, una dimora lugubre e isolata – e occuparsi della gestione dell’eredità. Durante il soggiorno, Kipps scoprirà una serie di segreti e verrà in contatto con una misteriosa ‘signora in nero’.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy