Una canzone per Paragnani

"Commedia musicale e sentimentale, con un tocco fantasy", dice il regista. Che in collaborazione con Mtv Italia porta in sala Bosi e Quattrociocche
25 Maggio 2010
Una canzone per Paragnani
Una canzone per te

“Ho fatto una commedia musicale e sentimentale con un tocco fantasy”. Così il regista Herbert Simone Paragnani presenta Una canzone per te, prodotto da Cattleya e distribuito dal 28 maggio in 222 copie da Universal. “Si va dalle commedie rosa ambientate a Roma alle atmosfere degli shojo-manga fino ai “what if” movie, in una contaminazione di generi. Mi sono ispirato anche ai college movie americani, soprattutto quelli di John Huges, regista e sceneggiatore americano morto proprio durante le riprese e a cui dedico idealmente questo film”, dice Paragnani.
Un triangolo amoroso in un ambiente scolastico/musicale , nel mondo delle band giovanili, in cui i protagonisti assoluti sono gli adolescenti, tra cui Michela Quattrociocche: “Interpreto una ragazza bon-ton e pariolina”, Emanuele Bosi: “Sono il bastardo del gruppo, le faccio soffrire tutte, ma alla fine sono un romantico” e Agnese Claisse: “Una ragazza ribelle e sofferente, innamorata e non ricambiata”.
Una canzone per te nasce da una collaborazione produttiva tra Cattleya e Mtv: “E’ la prima volta che collaboriamo con un’importante casa di produzione –  dice Luca De Gennaro, direttore artistico di Mtv Italia – per un case history che ha stupito gli americani. Per una volta l’Italia ha fatto qualcosa prima di loro!”.
Nel film, recita anche Carolina Di Domenico, volto storico della rete, nella veste di “talent scout” di Mtv,  e il protagonista sogna di partecipare all’Mtv New Talent con la sua band, i Nais Nois. La musica, presente anche nel titolo, è l’oggetto del plot: “Il lavoro si è svolto su più fronti, dalla ricerca delle canzoni e degli autori alle canzoni di repertorio, non originali”, prosegue De Gennaro. Alcuni dei musicisti più rappresentativi dell’universo giovanile sono stati scelti per le canzoni originali: Sonohra, Zero Assoluto, Lost, Broken Heart College e L’Aura, mentre per le canzoni di repertorio si va dal periodo punk con i brani di Ramones, Stranglers ai brani melodici di Cat Stevens, Harry Chapin e P.F.M.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy