Trionfano le Ricamatrici

L'opera prima di Eléonore Faucher vince a France Cinéma. Premio alla regia ad Alain Resnais
7 Novembre 2004
Trionfano le Ricamatrici
Madalina Ghenea - Foto Karen Di Paola

Le ricamatrici di Eléonore Faucher vince al France Cinéma di Firenze. Un nuovo successo per l’opera prima della regista francese, che aveva già trionfato alla Semaine de la Critique a Cannes 2004. Il film, interpretato da Lola Naymark e Ariane Ascaride, narra la storia di una ragazza che, rimasta incinta a 17 anni, decide di tenere il bambino e riesce a superare le difficoltà della maternità grazie all’aiuto di un’esperta ricamatrice. Nell’ambito della manifestazione diretta da Aldo Tassone e Françoise Pieri sono stati presentati i maggiori film francesi della stagione 2003/2004, tra i quali I ragazzi del coro di Barratier, candidato dalla Francia all’Oscar e attualmente nelle sale italiane e Il collo della giraffa  lungometraggio d’esordio di Safy Nebbou con Claude Rich (due menzioni speciali) e Sandrine Bonnaire. In concorso anche la nuova opera del veterano Alain Resnais, Niente baci sulla bocca che si è aggiudicato il premio per la miglior regia grazie all’originalità dello stile. Protagonista del film Lambert Wilson che ha anticipato il soggetto del prossimo lavoro del maestro francese: sarà ispirato a una satira di Kurt Weill del 1926, Le zar se fait photographier, su un gruppo di rivoluzionari che vuole uccidere lo zar. Una menzione è andata anche a Viva l’Algeria del regista franco-algerino Nadir Moknéche. La giuria, presieduta da Mario Brenta, ha inoltre insignito lo scrittore-regista Emmanuel Carrere del premio Opera Prima per Ritorno a Kotelnitch, film documentario ambientato nell’omonima cittadina russa. Ma il vero protagonista della 21ª edizione del festival è stato il regista francese François Truffaut, di cui sono stati celebrati vent’anni dalla scomparsa. I suoi ventuno film, da I 400 colpi, a Tirate sul pianista, Jules e Jim, Baci rubati, Fino all’ultimo respiro e Gli anni in tasca, hanno dato vita ad una retrospettiva che nei prossimi mesi sarà presentata a Roma, Milano e Parma. France Cinéma è stata anche l’occasione per omaggiare Jean Gabin, a cento anni dalla sua nascita, con la proiezione della copia restaurata di Le mura di Malapaga diretto nel ’49 da René Clément e premiato come miglior film straniero.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy