Tony Driver e Picciridda a Sudestival

Il documentario applaudito a Venezia e l'adattamento del romanzo di Catena Fiorello nel programma di questo weekend del festival pugliese. Spazio anche all'omaggio a Carlo Delle Piane
Tony Driver e Picciridda a Sudestival
Picciridda

Sarà presentato come première al SUDESTIVAL, sabato 29 febbraio, ore 18.00, presso il Teatro Mariella di Monopoli, il docufilm Tony Driver. Esordio alla regia del regista pugliese Ascanio Petrini, è l’unico titolo italiano presentato alla Settimana Internazionale della Critica di Venezia.

Girato tra Polignano e l’America, Tony Driver racconta la storia di Pasquale Donatone, che un giorno decide di cambiare il suo nome in Tony. Nato a Bari, quartiere Madonnella, a 9 anni, a metà degli anni Sessanta, migra oltreoceano con la famiglia e cresce da vero americano, tutto hot dog e rockabilly.

Tony Driver

Non è mai ritornato in Italia. Finché, ormai tassista di professione a Yuma, un blitz anti-immigrazione alla frontiera con il Messico lo costringe a scegliere: la galera in Arizona, o la deportazione in Italia per dieci anni. Il reato? Trasporto a bordo del suo taxi di migranti illegali negli Stati Uniti.  Tony opta per la deportazione.

Rientrato in Italia, col suo sogno americano andato in pezzi, si ritrova completamente solo in quello che definisce “un altro pianeta”, un piccolo Paese immobile senza opportunità. Nello scenario desolante in cui vive ai margini dell’autostrada, Tony indossa ancora il suo cappello da cowboy e non sembra proprio disposto ad arrendersi…

Il regista Petrini e il protagonista Donatone saranno presenti in sala prima e dopo la proiezione per presentare il documentario e incontrare il pubblico.

Il programma del fine settimana partirà già venerdì 28 febbraio, ore 21.00. ACinema Vittoria, appuntamento con la proiezione di Picciridda con i piedi nella sabbia, esordio alla regia di Paolo Licata e tratto dall’omonimo romanzo di Catena Fiorello (co-sceneggiatrice del film).

Picciridda

Ambientato a Favignana, il film affronta il tema dell’emigrazione passiva attraverso la storia di Lucia, una bambina di 10 anni i cui genitori decidono di emigrare in Francia alla fine degli anni ’60. La lasciano in Sicilia con nonna Maria, una donna rigida incapace di manifestare i propri sentimenti a causa dei traumi e delle delusioni che la vita le ha procurato.

A chiudere il programma del fine settimana, domenica 1 marzo, sempre alle ore 18.00, presso la sala eventi della Biblioteca Rendella, appuntamento con Gli imprescindibili. La retrospettiva è dedicata all’attore recentemente scomparso Carlo Delle Piane e vedrà la proiezione del film Condominio di Felice Farina.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy