Taormina nel segno del “sette”

Tanti i paesi ospiti, i generi e le lezioni di cinema. Parte così il 50° festival siciliano
13 Giugno 2004
Taormina nel segno del “sette”
Ad Astra

Sette le lezioni di cinema, sette i generi (con anteprime attese come la versione cinematografica del serial tv Starsky & Hutch) che attraversano il 50° festival siciliano diretto da Felice Laudadio. Sette i Paesi di provenienza dei film presentati nella cornice del Teatro Greco ogni sera. Un’edizione dedicata “silenziosamente” a Michelangelo Antonioni, ospite più volte di Taormina e inaugurata dall’omaggio a Nino Manfredi, che proprio l’anno scorso, salito sul palcoscenico siciliano per ricevere dalle mani di Gillo Pontecorvo il Taormina Arte Award for Cinematic Excellence, aveva accennato qualche passo di danza sulle note di Amarcord. Manfredi sarà ricordato, nel corso della manifestazione che si concluderà il 20 giugno, con due film: Nell’anno del Signore di Luigi Magni e Brutti, sporchi e cattivi di Ettore Scola. E proprio a Magni è stato consegnato ieri il primo dei Taormina Awards, disegnati da Harry Winston. A seguire il concerto della “Boban Markovic Orkestra”, la band di 18 elementi cara a Kusturica e la proiezione del film muto Napoli che canta, diretto nel 1926 da Roberto Roberti, il padre di Sergio Leone. Ad accompagnarlo dal vivo non c’era come previsto la cantante Giuni Russo, colpita all’improvviso da un malore. Stasera sarà premiata l’attrice Judi Dench, il 16 Margarethe von Trotta, il 18 Francesco Rosi e chiusura in crescendo divistico con Mira Sorvino, Michael Douglas e Antonio Banderas. Madrina del festival: la top model Naomi Campbell. Ancora nomi illustri: Peter Weir, Jane Campion, Stephen Frears e altri incontreranno ogni giorno il pubblico per le consuete lezioni di cinema. Le notti, invece, saranno all’insegna dei classici di culto: dodici successi del passato saranno riproposti sul grande schermo: da Duel di Steven Spielberg, El Dorado di Howard Hawks e Picnic at Hanging Rock a Easy Rider di Dennis Hopper. E il 19 sera grande festa per il cinema italiano: Marco Tullio Giordana, Roberto Herlitzka, l’intero cast de La meglio gioventù, Franco Battiato, Margherita Buy, Sofia Coppola e Fanny Ardant saliranno sul palco del Teatro per ricevere i Nastri d’Argento del Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici (SNGCI). A condurre la serata, ripresa da Raduno, ci sarà il presidente del SNGCI Laura Delli Colli.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy