Stop per Cage

Dopo 55 film (più i progetti già confermati), l'attore appende il copione al chiodo. In serbo un futuro da scrittore?
11 Dicembre 2006
Stop per Cage
L'attore Nicolas Cage

Nicolas Cage ha detto stop. In effetti 55 film (forse qualcuno in più) sono un bel numero, ma – come si dice – non tutte le ciambelle riescono con il buco. E di buchi (nell’acqua!) Cage ne ha centrati un bel po’, soprattutto, se si pensa agli ultimi film. Tutto sommato, l’attore fa bene a ritirarsi, almeno per il momento, ad altra vita. Diciamo che per il premio Oscar (Via da Las Vegas, 1995), nonché indimenticabile interprete di Cuore Selvaggio di David Lynch (1990) e di Omicidio in diretta di Brian De Palma (1998), l’avere accettato un po’ troppi film e un po’ troppi ruoli, senza (almeno così ci è sembrato) scegliere più di tanto, sia stato un passo falso. Anche perché, come si sa, la memoria ha le gambe corte, e ci si ricorda più dei fiaschi che dei ruoli più riusciti (che, comunque, ne sono tanti). Non è che non lo vedremo più, stiano tranquilli i suoi fan. Tutti i progetti ai quali ha già aderito li porterà avanti. E ne sono tanti. A cominciare da Ghost Rider, The Wicker Man di Neil LaBute, Next di Lee Tamahori, con Julianne Moore e Jessica Biel, National Treasure 2, Electric God, Crazy Dog, Amarillo Slim di Milos Forman, The Dance e Time Share con Will Smith. Nel frattempo anche se Cage non lo rivela, c’è chi dice che la sua pausa dal set la riempirà con carta e calamaio. Un novello scrittore?

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy