Sfida tricolore agli EFA

Gomorra di Garrone e Il Divo di Sorrentino: nuovo duello per gli Oscar europei. Questa sera a Copenaghen
6 Dicembre 2008
Sfida tricolore agli EFA

Gomorra e Il Divo, la sfida infinita. Dopo i premi al festival di Cannes, l’adattamento del libro di Saviano firmato da Matteo Garrone e il biopic di Giulio Andreotti diretto da Paolo Sorrentino si confrontano questa sera in un’altra prestigiosa cornice, gli EFA (European Film Awards), ovvero gli Oscar europei, che celebrano la 21esima edizione a Copenaghen. Al Forum, davanti a 1400 invitati, tra cui il principe Frederik e la principessa Mary di Danimarca, il primo ministro Anders Fogh Rasmussen e il commissario europeo Viviane Reding, Gomorra e Il Divo giocheranno le loro carte, che alla vigilia segnano una perfetta parità: 5 candidature “pesanti” ciascuno, con Toni Servillo uno e bino, ovvero nominato per entrambi i film. Per il riconoscimento al miglior film, i nostri due portabandiera se la dovranno vedere con la Palma d’Oro La Classe di Laurent Cantet, che li ha già “battuti” sulla Croisette, Valzer con Bashir, l’animazione sui massacri di Sabra e Chatila di Ari Folman, La felicità porta fortuna di Mike Leigh, Orso d’Argento a Berlino per la protagonista Sally Hawkins, e The Orphanage di Juan Antonio Bayona, ghost-story prodotta da Guillermo Del Toro.
Premio della Giuria a Cannes, Il Divo corre anche per la regia di Sorrentino, l’interpretazione maschile (Toni Servillo), sceneggiatura (Sorrentino) e la fotografia (Luca Bigazzi). Analoghe categorie per Gomorra, già Grand Prix sulla Croisette, candidato italiano agli Oscar per il miglior film straniero (concorrerà anche nelle categorie principali, grazie a un’uscita “tecnica” in alcune sale Usa il 19 dicembre) e nominato agli Spirit Awards, il premio del cinema indie Usa: oltre a film, regia, interpretazione maschile (ancora Servillo), sceneggiatura (Maurizio Braucci, Ugo Chiti, Gianni Di Gregorio, Matteo Garrone, Massimo Gaudioso e Roberto Saviano) e fotografia (Marco Onorato). Ad accompagnare i due film a Copenaghen, i registi e gli altri candidati (Servillo è in arrivo da San Pietroburgo dove sta per mettere in scena La trilogia della villeggiatura), i produttori Domenico Procacci di Fandango per Gomorra e Andrea Occhipinti di Lucky Red, Nicola Giuliano, Francesca Cima di Indigo Film per Il Divo, mentre tra gli altri ospiti spiccano Dame Judi Dench e i registi Dogma Soren Kragh-Jacobsen, Kristian Levring, Lars von Trier e Thomas Vinterberg che riceveranno l’Honorary Award, Marianne Faithfull, Bille August e Julia Jentsch.
A tifare Italia, anche Stefano Accorsi, già Shooting Star europea, e la sales manager Adriana Chiesa di Palma, protagonista questa mattina della tavola rotonda “What Makes Europe Laugh?”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy