Rage, dal telefono alla sala

Il nuovo film di Sally Potter, con Jude Law e Steve Buscemi, direttamente sugli smartphone italiani. Poi nei cinema
23 Settembre 2009
Rage, dal telefono alla sala

Niente cinema, dvd o Internet: Rage, ultimo film di Sally Potter (Orlando e Lezioni di tango) arriverà direttamente sugli smartphone grazie al software di Babelgum Mobile. Ad essere interessati alla “prima da tasca” in contemporanea, Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti, ovvero i sei Paesi in cui Babelgum ha già lanciato l’applicazione per dispositivi come iPhone, iPod Touch, i Googlefonini e alcuni modelli di cellulari Nokia. Ogni giorno, per tutta questa settimana, uscirà su Babelgum Mobile uno dei sette episodi da 10-15 minuti che compongono il film. Dal 27 settembre sarà invece possibile vedere sul telefonino i setti episodi tutti insieme. Rage racconta la storia di uno studente di cinema che riprende il dietro le quinte delle sfilate di moda newyorchesi col suo telefonino lungo l’arco di una settimana. La trama è scandita da un susseguirsi di interviste-monologo in cui i personaggi – dalla modella allo stilista, dal fotografo al pr, dalla costumista alla guardia del corpo – rivelano fatti e segreti della propria vita professionale e privata mentre sullo sfondo vanno in onda omicidi, indagini della polizia e contestazioni di piazza Nel cast di gran pregio, oltre a Jude Law e Steve Buscemi, ci sono anche Lily Cole, Judi Dench, Dianne Wiest, Eddie Izzard e John Leguizamo. “Sin dall’inizio ho pensato che il mio film fosse adatto non solo al pubblico tradizionale delle sale cinematografiche ma anche a quello emergente dei nuovi media”, spiega la regista Sally Potter. Un esperimento interessante, probabilmente il primo di una lunga serie.

La filiera dell’industria cinematografica sta cambiando. Ormai soltanto il 20% degli incassi provengono dalle sale mentre assumono una rilevanza maggiore le “windows” successive come la vendita dei diritti al circuito televisivo e quella dei DVD. Internet, anch’esso fonte di guadagno per le major con la cessione dei prodotti alle IPTV e il video on demand, è considerato anche il peggior nemico del cinema per la pirateria virtuale che da molti anni ne mette a rischio il modello industriale. Sally Potter, sceneggiatrice e regista britannica, ribalta il problema : il suo ultimo film, Rage è pensato appositamente per il telefonino attraverso la condivisione gratuita dei suoi episodi tramite un’applicazione iPhone e iPod distribuita da Babelgum. Il film, un mystery ambientato nel mondo della moda, con attori del calibro di Jude Law, potrebbe cambiare il modo di concepire il cinema del futuro. La Potter è convinta che serva un nuovo modello industriale capace di produrre più film attraverso l’uso delle nuove tecnologie e che permetta allo stesso tempo di avere ritorni economici che possano alimentare il mercato. I nuovi media quindi devono avvantaggiare la cinematografia e portare i film anche dove non ci sono sale. Rage, l’ultima opera della regista inglese, si regge infatti sulla figura di un giovane blogger, l’unico capace, grazie all’uso di nuove tecnologie, di guardare dove altri non possono. Un esperimento interessante che segna un altro passo verso il futuro del cinema e della sua industria. (Massimo Favia)

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy