Piccolo Grande Cinema

Online la tredicesima edizione del festival delle nuove generazioni, ideato e organizzato dalla Cineteca di Milano: dall'1 all'8 novembre
28 Ottobre 2020
Festival, In evidenza
Piccolo Grande Cinema
Sune - Best Man di Jon Holmberg (2019), in anteprima internazionale

Piccolo Grande Cinema – il festival delle nuove generazioni ideato e organizzato da Cineteca Milano, torna, quest’anno online, dall’1 all’8 novembre 2020 con l’edizione n. 13, dedicata a CineGiochi e VideoMondi.

Grandi protagonisti del Festival saranno i migliori film internazionali per bambini e ragazzi, le opere prime e seconde di registi italiani ed europei rivolte a un pubblico adulto e un’ampia sezione dedicata ai videogames. L’intento di questo connubio fra cinema e videogames è quello di esplorare i terreni comuni dal punto di vista dell’immaginario, delle competenze professionali, dei rispettivi linguaggi, della creatività e della gaming education.

Il Festival, destinato ad un pubblico giovane, alle famiglie, alle scuole e agli appassionati di cinema e videogiochi di tutte le età, si svolgerà in modalità online, grazie alla piattaforma streaming di Cineteca Milano, che durante il lockdown ha regalato l’esclusiva opportunità di esplorare online uno degli archivi storici di film più antichi d’Europa, contando oggi su 300 mila iscritti e oltre 10 milioni di visualizzazioni. Per questa occasione, il sito cinetecamilano.it accoglierà i propri utenti grandi e piccoli con una grafica originale, firmata dallo studio francese Mad Pumpkins, pensata per migliorare e stimolare l’interattività e l’esperienza del Festival, anche da remoto.

 

PROGRAMMA CINEMA

Concorso Lungometraggi Rivelazioni.

Alla scoperta del nuovo cinema europeo d’autore con 8 film, prime o seconde opere, la maggior parte delle quali in anteprima per lo streaming:

Cat in the Wall di Vesela Kazakova, Mina Mileva (Bulgaria, 2019), in concorso al Festival di Locarno 2019, cinica e ironica opera su welfare, brexit e convivenze multiculturali.

Il dente del giudizio di Gregorio Sassoli (2019), in tour in diversi festival internazionali, una storia di formazione ambientata tra Bologna e Manhattan.

Volcano del noto documentarista ucraino Roman Bondarchuk (2018), un viaggio nella steppa tra fantasia e realtà.

Let there be the light, secondo lungometraggio dello slovacco Marko Škop (2019), che tratta dell’ascesa dell’ala di estrema destra in Slovacchia, un film potente sulla rabbia e la confusione ideologica che caratterizzano spesso la società contemporanea.

Oleg del cineasta lettone Juris Kursietis (2019) un film aspro e iperrealistico su una forma di schiavitù moderna in atto tra i lavoratori distaccati dell’Europa dell’Est, presentato al 72. Festival di Cannes.

Bad Poems dell’ungherese Gábor Reisz (2018), premio speciale della giuria e premio del pubblico al festival di Torino con il primo lungometraggio, che torna con un’opera surreale che strizza l’occhio a Jonze e Gondry.

Atlas di David Nawrath (2018), premio miglior film Fondazione Sandretto re Rebaudengo e premio miglior attore protagonista al Torino Film Festival 2018. Menzione speciale al Festival del Nuovo Cinema Europa di Genova 2019. Opera prima che sfiora atmosfere noir, basata su personaggi e volti che portano impressi i segni di una vita e un mondo faticosi e spietati, ma che riescono a far emergere il calore del sentimento.

The Waiter del greco Steve Krikris (2018), interessante noir dall’atmosfera rarefatta e sospesa.

Atlas

Quattro anteprime internazionali in versione originale con sottotitoli rivolte a bambini e ragazzi.

+6 anni Sune – Best Man di Jon Holmberg (2019), film svedese passato allo scorso Festival di Berlino, un umoristico thriller fantascientifico con protagonista una famiglia trascinata in un frenetico viaggio.

+10 anni Oskar & Lilly del cineasta iraniano – austriaco Arash T. Riahi (2020), la drammatica storia familiare di due fratelli ceceni in cerca di serenità, raccontati con un tocco fiabesco e un’ottima caratterizzazione dei personaggi.

+14 anni The Earth is Blue as an Orange dell’ucraina Iryna Tsilyk (2020), miglior film del concorso World Cinema Documentary allo scorso Sundance Film Festival. Una famiglia che vive in Ucraina, nella zona rossa dei bombardamenti, si ritrova in cantina per girare un surreale film sulle loro esistenze durante la guerra.

+16 anni Just Kids del francese Christophe Blanc (2020) toccante film che esplora con grande precisione psicologica la traiettoria di due fratelli e una sorella in un intreccio di affetti complessi.

 

Talk online con i registi Orso e Peter Miyakawa che presentano due cortometraggi girati prima del loro primo lungometraggio Easy Living.

50 titoli gratuiti disponibili nella nuova sezione della piattaforma streaming di Cineteca Milano dedicata a Cinema e Infanzia. Film d’autore, opere internazionali, muti e film per ragazzi, frammenti, documentari, estratti a cura dell’Archivio storico della Cineteca di Milano. Tra questi, Bambini in città di Luigi Comencini (1946), Clem bizzarro monello di William Wyler (1929), La terribile armata di Gerhard Lamprecht (1931).

Speciale programma di film per bambini e ragazzi in Virtual Reality per immergersi in un’esperienza interattiva unica! Tutti i giorni alle ore 16 nella Virtual Reality Room del MIC – Museo Interattivo del Cinema a Milano, su prenotazione sarà possibile, attraverso visori Oculus, tuffarsi nella visione immersiva e inedita di film in VR presentati nei più importanti festival cinematografici internazionali, per effettuare viaggi virtuali in mondi lontani!

Oskar e Lilly

5 conferenze internazionali con focus sul tema Film Education, per riflettere insieme sul futuro dell’alfabetizzazione cinematografica e audiovisiva. Le conferenze sono inserite nell’ambito di The Film Corner, il progetto internazionale che prevede la realizzazione di una piattaforma online interattiva per l’educazione cinematografica e dal 2017 coinvolge istituzioni da 6 paesi europei nell’ambito del programma Europea Creativa dell’Unione Europea. I 5 panel saranno dedicati all’utilizzo delle risorse didattiche online per l’educazione cinematografica, alla produzione di audiovisivi in ambito educativo, alla sfida che i festival e le rassegne dovranno raccogliere per rilanciarsi nel futuro e un panel conclusivo dedicato alla cooperazione internazionale in ambito di film education nel quale interverrà Maria Silvia Gatta, rappresentante della Commissione Europea. La conferenza prevede anche una giornata italiana che prevede in apertura un intervento a cura di MIBACT-Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Turismo-Direzione Generale Cinema e Audiovisivo.

Presentazione in anteprima di (Un)lockdown, il film collettivo girato in classe nel mese di ottobre 2020 da studenti di oltre 30 classi superiori. Un inno alla creatività e alla resilienza di ragazzi e insegnanti.

Presentazione di 5 cortometraggi originali girati nelle scuole di Milano in collaborazione con Medicinema e Fondazione di Comunità Milano onlus nell’ambito del Progetto Giovani & Cinema – Quando la Cineterapia incontra i giovani.

Presentazione del libro “Il linguaggio universale dell’immagine. Manuale per fare cinema a scuola” di Giorgio Arcari e Roberto Carlucci. Un manuale di cinema pensato per gli insegnanti che propone un nuovo modo di fare scuola facendo cinema, dedicato a tutti gli interessati al mondo della scuola e alle nuove didattiche inclusive e innovative.

Open Day delle Scuole e dei Corsi universitari dedicati al cinema e all’industria dei videogiochi, dove le famiglie e i ragazzi potranno scoprire l’offerta formativa e le possibili specializzazioni in questi due ambiti.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy