Perchè Pasolini?

A cento anni dalla nascita, Archivio Luce presenta un progetto multimediale: il racconto definitivo su Pasolini dalla voce di Walter Siti, realizzato da Chora Media
Perchè Pasolini?

A cento anni dalla nascita, Archivio Luce presenta un progetto multimediale: Perchè Pasolini?il racconto definitivo su Pasolini dalla voce di Walter Siti, il suo massimo conoscitore e uno dei più importanti critici letterari e scrittori, accompagnato dal giovane scrittore Gianmarco Perale, realizzato da Chora Media, – la podcast company italiana, fondata nel 2020 da Guido Maria Brera, Mario Gianani, Roberto Zanco e Mario Calabresi che la dirige.

Un viaggio sonoro nei luoghi che Pasolini ha amato, odiato e raccontato e nelle testimonianze che ne ha lasciato.

Un podcast “cult” e colto, pop e intimo.

PERCHÈ PASOLINI?, non un monumento, ma un’avventura on the road per capire chi è stato davvero Pier Paolo Pasolini e perché la sua voce risuona ancora oggi.

LE PUNTATE

1° PUNTATA – Bologna adulto mai

Pier Paolo Pasolini è nato a Bologna il 5 marzo del 1922. Sotto i portici della città ha letto i libri della sua formazione, ha scritto le sue prime poesie, la sua prima opera teatrale, la sua prima sceneggiatura cinematografica. Ma cosa resta di lui oggi? Gli studenti dell’università, in cui lui stesso ha studiato, cosa sanno della sua opera?

PROTAGONISTI:

  • Roberto Chiesi: responsabile “Centro Studi- Archivio Pier Paolo Pasolini”

  • Stefano Casi: “Teatri di vita”

  • Roberto Bui: scrittore membro del collettivo “Wu Ming”

  • Elsa Maria Frabetti: studentessa della facoltà di lettere dell’Università di Bologna

2° PUNTATA – Casarsa, I Parlanti

Dopo un brevissimo periodo sotto le armi, Pasolini si trasferisce a Casarsa, il paese friulano in cui è nata la madre. È qui che trova la “sua lingua”. In un dialetto friulano quasi inventato, scrive alcune delle sue poesie più belle e i suoi romanzi d’esordio, che tuttavia non pubblicherà mai. Per lui sono gli anni delle contraddizioni, del desiderio, del senso di colpa, anni che terminano in una “romanzesca” fuga notturna dal paese.

PROTAGONISTI:

  • Flavia Leonarduzzi: responsabile “Centro Studi Pasolini di Casarsa”

  • Gian Mario Villalta: poeta

  • Francesco Colussi: referente Pd di Casarsa

  • Maria Anna Lenarduzzi: allieva di Pier Paolo Pasolini

  • Davide Toffolo: fumettista e cantautore

3° PUNTATA – Roma. Ragazzo a Trastevere

Nel 1950 Pasolini arriva a Roma senza un soldo, senza un lavoro, senza prospettive. È proprio qui che però fa alcuni degli incontri che gli cambiano la vita: da una parte quelli con grandissimi autori come il poeta Sandro Penna, Elsa Morante, Alberto Moravia, dall’altra con i “riccetti” delle borgate. In questa puntata un ex “ragazzo di vita” ci racconta l’amicizia e il rancore che lo legano a Pasolini, trasportandoci nelle atmosfere dei suoi romanzi.

PROTAGONISTI:

  • Mario Elia: ex “ragazzo di vita”

  • Edoardo Albinati: scrittore e sceneggiatore

  • Josafat Vagni, voce testi di Pasolini

4° PUNTATA – Roma, Cinema e teatro

Durante un ritorno dall’aeroporto di Fiumicino, Pasolini, che ormai è uno scrittore di successo, cerca di descrivere il sole in versi. Non trova le parole, non riesce più a comporre le sue famose terzine. È la fine della sua vita di poeta? No. Inizia a scrivere con un nuovo mezzo, la “macchina da presa”. Poi si tuffa nel teatro. È il momento della sua “disperata vitalità”.

PROTAGONISTI:

  • Claudio Di Consoli: sedicenne musicista

  • Roberto Chiesi: responsabile “Centro Studi – Archivio Pier Paolo Pasolini”

  • Stefano Casi: “Teatri di vita”

  • Stefano Petrocchi: Presidente “Fondazione Bellonci”, segretario comitato direttivo del “Premio Strega”

5° PUNTATA – Ostia. Addio

Il mistero perfetto.

Le cose che non tornano sull’ultima notte di Pier Paolo Pasolini sono troppe. Perché Ostia, se Pelosi lo aveva incontrato a Termini. Era un ricatto? Stava andando a recuperare le pellicole che gli avevano rubato? È stato un agguato legato alla sua sessualità o sono veri i sospetti che i mandanti lo avevano condannato per le voci che circolavano circa la scrittura di Petrolio? Siti parla anche di una pagina inedita, ritrovata recentemente, in cui Pasolini fa nomi e cognomi.

La puntata si chiude con uno struggente addio di Walter a Pier Paolo, sul luogo della sua morte. Testimonianza del Vicequestore Vincenzo Calia, esperto del caso Mattei.

PROTAGONISTI:

  • Vincenzo Calia: sostituto procuratore generale di Milano, ha condotto la terza inchiesta sul caso “Mattei”

WALTER SITI

WALTER SITI è uno dei maggiori critici e scrittori italiani. Vincitore del Premio Strega con Resistere non serve a niente, tra i suoi libri ricordiamo Scuola di nudoIl contagio e La natura è innocente. Esperto di Pier Paolo Pasolini, ne ha curato le opere nei Meridiani Mondadori. Curatore della nuova edizione di Petrolio, pubblicherà Quindici pezzi facili, la raccolta definitiva suoi dei suoi scritti su PPP.

GIANMARCO PERALE

GIANMARCO PERALE ha trentatre anni, è nato in provincia di Venezia e fa il cameriere. Nel 2021 ha esordito con il romanzo “Le cose di Benni” (Rizzoli), finalista al Premio Pop, al premio Severino Cesari e in cinquina al Premio Flaiano under 35.

PERCHÈ PASOLINI? è un podcast di Walter Siti con Gianmarco Perale, prodotto da Archivio Luce e realizzato da CHORA MEDIA con la collaborazione di Alessia Rafanelli, la cura editoriale di Michele Rossi e Sabrina Tinelli. La post produzione è di Michele Boreggi. La produzione esecutiva è di Valentina Meli. I fonici di presa diretta sono Daniele Cutrufo, Enrico Piva, Roberto Colella, Matteo Bennici. Il fonico di studio è Federico Slaviero per PM9.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy