Oggi in tv, Olmi, Scorsese, Cronenberg…

Venerati maestri e nuove leve in campo: i consigli della redazione
11 Luglio 2020
In evidenza, Tv
Oggi in tv, Olmi, Scorsese, Cronenberg…
Casino (1995) Robert De Niro as Sam 'Ace' Rothstein

Ecco i film che la redazione di Cinematografo ha selezionato tra quelli programmati in chiaro per sabato 11 luglio.

 

IL POSTO – Rai Storia (canale 54), ore 17:05

Il giovane provinciale Domenico Cantoni va in città per partecipare ad un concorso indetto da una grande azienda per alcuni posti di impiegato. Supera le prove e viene assunto, ma in un primo momento si dovrà accontentare di essere aiuto usciere. Durante gli esami conosce Antonietta, anche lei alla ricerca di un posto. “Il piccolo mondo degli impiegati di un’importante azienda e i genuini sentimenti che possono sorgere tra due ragazzi non ancora toccati dalle dure esperienze della vita, sono gli elementi più appariscenti di questo di questo pregevole film, diretto con abilità e freschezza. La vicenda, tenue ma nello stesso tempo assai lirica, e piena di centrate psicologiche, è ottimamente interpretata dai due giovani esordienti.” (Segnalazioni cinematografiche, vol. 50, 1961)

 

THE WALK – Rai Movie (canale 24), ore 21:10

“Finché il cinema continuerà a mostrarci qualcosa di inedito, a commuoverci, meravigliarci, potrà dirsi vivo. La sua avventura non sarà finita e noi non smetteremo mai di guardarlo. Questo è il cinema che ha sempre desiderato fare Robert Zemeckis, da Ritorno al futuro a Chi ha incastrato Roger Rabbit, da Forrest Gump a Cast Away. Un cinema che lasci a bocca aperta. Gioiosamente infantile, spericolato, pirotecnico, pionieristico, positivo. Come i personaggi che lo popolano. […] E’ la vertigine che sperimentiamo, l’esperienza in apnea di qualcosa che sospende per un tempo (in)definito l’esistenza così come la conosciamo, con i suoi limiti e le sue regole.” (Gianluca Arnone)

 

LA ZONA MORTA – Italia 2 (canale 66), ore 21:20

Tornando a casa, professor Johnny Smith sbanda contro un’autocisterna. Entra in un coma profondo che dura cinque anni. Il risveglio in clinica e la ripresa di coscienza sono per lui uno choc ulteriore: molte cose sono cambiate, il lavoro è perduto ma, soprattutto, Sarah, la donna con cui era fidanzato prima dell’incidente, si è sposata con un altro. Poco a poco, con cure, riabilitazione e tanta pazienza, Johnny, sotto la guida dello psichiatra Weizak, recupera, ma ben presto egli scopre di avere acquisito poteri paranormali. Prodotto da Dino De Laurentiis, è il primo film hollywoodiano di David Cronenberg, tratto dal romanzo omonimo di Stephen King. Incontro geniale e dolente tra due maestri dell’horror, con un immenso Christopher Walken.

 

CASINÒ – Tv 8, ore 21:30

“Benché all’origine di Casinò ci sia una biografia del bestseller Nicholas Pileggi, una narrazione garantita da documenti e interviste sull’ascesa, l’apogeo e la caduta (ma non la scomparsa) di un gangster, non siamo, in Casinò, alla messa in opera dell’avventura di un malavitoso fra il 1972 e l’82 bensì alla dilatazione, alla mitizzazione di spunti che, nella cronaca, hanno un lontano riscontro. Lo sfarzo di una vita apparente, di un’avventura da cinema, è valorizzato dalla scenografia di Dante Ferretti, dalla fotografia di Robert Richardson, dalla recitazione e dalla scioltezza di una cinepresa che non concede indugi. Ogni particolare ci viene tolto mentre ancora lo stiamo osservando, e ciò esalta l’opulenza dell’apparato.” (Francesco Bolzoni, Avvenire)

 

BELLA E PERDUTA – Rai 3, ore 3:00

“Marcello voleva raccontare la sua terra, la Campania e il casertano, espandendo il viaggio a tutta la Penisola. Punto di partenza: la devastata reggia di Carditello, in provincia di Caserta, stretta d’assedio da discariche, cemento e malaffare. Tommaso Cestrone ne è stato l’indomito guardiano-pastore fino alla sua improvvisa morte, avvenuta nel 2013. Il film ha intercettato questa scomparsa e si è trasformato anche in una fiaba, quella di Pulcinella – mediatore tra la terra e l’al di là – e del bufalo Sarchiapone, testimoni entrambi di una perduta bellezza. Il viaggio della maschera inizia nella Terra dei Fuochi, dove le architettura borboniche sono macinate dalla camorra, dai veleni e dall’insipienza di chi governa.” (Luca Pellegrini)

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy