Oggi in tv, il debutto di Pietrangeli

Visioni in quarantena sui canali free. Maestri di notte: ci sono Cimino e Lynch. Ma anche la suspence di Fincher in prima serata. I consigli della redazione per sabato 18 aprile
18 Aprile 2020
In evidenza, Tv
Oggi in tv, il debutto di Pietrangeli

Prima serata? L’esordio di Antonio Pietrangeli o il thriller di David Fincher. Seconda serata? Un film da Oscar. Notte? Il road movie di David Lynch e il noir urbano di Michael Cimino. Le cinque proposte di visione per sabato 18 aprile, selezionate dalla redazione di Cinematografo nella programmazione dei canali in chiaro.

 

IL SOLE NEGLI OCCHI – Rai Storia (canale 54), ore 21:10

Celestina, figlia di contadini, essendo rimasta orfana, viene a Roma, a fare la domestica. Giovanissima, ignorante, ingenua, si trova come sperduta nella grande città: il suo disagio cresce ancora quando i suoi due fratelli partono per l’Australia. Celestina ha fatto la conoscenza di un operaio idraulico, Fernando, bel giovane, aitante e prepotente, del quale, pur respingendone le insistenti premure, s’innamora. Con l’aiuto del parroco, trova servizio in casa di poveri pensionati, che la trattano come una figlia e promettono di lasciarle in eredità un loro campicello. Opera prima di Antonio Pietrangeli, che da subito si afferma come il regista italiano più attento all’universo femminile.

 

 

GONE GIRL – L’AMORE BUGIARDO – Nove, ore 21:25

“Solo per rimanere all’interno della filmografia di David Fincher: è cupo come Seven, malsano come Zodiac, pomposo come Benjamin Button. Ma è in definitiva il sequel ideale di The Social Network: pure stavolta le metamorfosi del neo capitalismo americano, l’Alien del tardo liberismo (per citare un altro fondamentale tassello della filmografia fincheriana), vengono ricondotte a pulsioni narcisistiche collettive e individuali. L’intimità è la vera merce del millennio. Le fantasmagorie di un altro Benjamin (non Button, ma il Walter dei Passages) trovano qui un’eco forse involontaria, eppure quasi letterale: il fantasma della donna scomparsa – come quello dell’oggetto, nella cultura del packaging (di cui il film fornisce una rappresentazione “mediatizzata”) – è insieme vuoto e desiderio, solitudine e morbosa attrazione. Come su fa(k)ebook, così nella vita.” (Gianluca Arnone)

 

LE VITE DEGLI ALTRI – Rai Movie (canale 24), ore 23:25

“Più della storia è la narrazione, nazional popolare nel senso più alto del termine, a colpire. Le emozioni e i sentimenti sfiorano il didascalismo, ma con lo stile e l’intensità di un Pasternak. Influssi più letterari che cinematografici, regia pulita, mai presuntuosa né pretenziosa. Protagonista è uno scrittore, Georg Dreyman (Sebastian Koch), punta di diamante della cultura DDR. Ha tutto: successo, amore, amici. O almeno così sembra. Il suo più caro amico e maestro, Jerska (Volkmart Keinert), è sulla lista nera del governo. La stupenda compagna, l’attrice Christa-Marie Sieland (una sempre più interessante Martina Gedeck, ormai diva non solo tedesca) è depressa. Lui è sotto sorveglianza […] Sulle tracce dell’artista c’è Gerd Wiesler (Ulrich Muhe, straordinario), mastino esperto delle vite degli altri. L’oscuro spione e l’eroe buono: storie parallele e speculari. Insieme prenderanno consapevolezza di sé: il primo a livello umano, il secondo politico. Su di loro l’ombra di quella polizia segreta, la Stasi, il più efficiente sistema di controllo sociale della storia.” (Boris Sollazzo)

 

L’ANNO DEL DRAGONE – Iris (canale 22), ore 2:30

Stanley White, un capitano di polizia reduce del Vietnam, ha l’incarico di indagare su una serie di delitti compiuti a Chinatown, il quartiere cinese di New York, dopo l’uccisione del leader della malavita locale, Jakie Wong, attribuiti a bande di giovani criminali. Ancora carico di risentimento per l’insuccesso americano in Asia, da cui lui – pur oriundo polacco – ha riportato un odio indiscriminato e viscerale per i “musi gialli”, White accetta di ripulire a fondo il quartiere, senza esclusione di colpi. Dopo il fallimento economico del capolavoro I cancelli del cielo, Micheal Cimino dirige Mickey Rourke in un noir crepuscolare.

 

UNA STORIA VERA – Italia 1, ore 2:35

Nell’estate del 1994 a Laurens, piccolo centro agricolo dell’Iowa, Alvin Straight, 73 anni, vive con la figlia Rose, leggermente ritardata. Anche Alvin non sta tanto bene, il medico gli consiglia esami e medicine che lui però rifiuta. In una quotidianità un po’ statica, arriva la notizia che Lyle, fratello di Alvin, ha avuto un infarto. Alvin e Lyle non si vedono da dieci anni per vecchi rancori reciproci. Ma ora Alvin sente il bisogno di rivedere il fratello per riconciliarsi con lui. Deciso ad andare a casa di lui, e non avendo la patente, sceglie un vecchio tosaerbe. Alla velocità di 5 miglia all’ora, si dirige verso Zion, nel Wisconsin, a 317 miglia di distanza. Uno dei film più anomali e commoventi di David Lynch. Candidatura all’Oscar per Richard Farnsworth.

Lascia una recensione

1 Comment on "Oggi in tv, il debutto di Pietrangeli"

avatar
più nuovi più vecchi più votati
Euge Rom
Member

Strano che invece de “Il sole negli occhi” di Pietrangeli su Rai Storia ci sia “Con il sole negli occhi” di Pupi Avati

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy