Oggi in tv, c’è Lemony Snicket

Di notte il pluripremiato war movie di Bigelow, un dimenticato biopc su Lincoln, un classico hollywoodiano con Cary Grant: i consigli della redazione
26 Giugno 2020
In evidenza, Tv
Oggi in tv, c’è Lemony Snicket

Ecco i film che la redazione di Cinematografo ha selezionato tra quelli programmati in chiaro per venerdì 26 giugno.

 

SUITE FRANCESE – Rai Movie (canale 21:10), ore 21:10

“La Suite dispiega lo spartito umano, trova ragione e sentimento, segreti e bugie. Piuttosto che Casablanca, Dibb cita per modello Roma città aperta, Le chagrin e la pitié di Marcel Ophüls (1969). […] Scenografie, trucco e parrucco eccellenti, interpreti all’altezza (la Scott Thomas è una garanzia, Schoenaerts una promessa mantenuta), si corre pero un rischio: che il minimalismo drammaturgico, la tavolozza tenue dei sentimenti, il canovaccio trattenuto esautori la vita dal racconto, la Storia dalla ‘più grande storia d’amore mai raccontata’.” (Federico Pontiggia, Il Fatto Quotidiano, 12 marzo 2015)

 

LEMONY SNICKET – UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI – Paramount Network (canale 27), ore 21:30

“Fiaba nera sorretta da un umorismo intelligente e funzionale, Lemony Snicket – Una serie di sfortunati eventi  racconta delle peripezie cui sono chiamati a far fronte tre fratellini, la quattordicenne Violet (Emily Browning), il dodicenne Klaus (Liam Aiken) e la piccola Sunny (le gemelle Kara e Shelby Hoffman), dopo la scomparsa degli amati genitori, vittime di un incendio. Perseguitati dal malvagio Conte Olaf – interpretato da un maestoso Jim Carrey, eccezionale nell’ostentazione delle sue capacità mimetico/trasformistiche – i piccoli Baudelaire dovranno evitare a tutti i costi di finire sotto la sua tutela, finalizzata al possesso dei loro beni di famiglia. Sintesi tratta da Un infausto inizioLa stanza delle serpi e La funesta finestra – tre degli undici volumi che compongono la serie sugli orfani Baudelaire, a cura del misterioso Lemony Snicket (il cui vero nome, “si dice”, è Daniel Handler) – il film diretto da Brad Silberling è un piccolo, “sgradevole” gioiello.” (Valerio Sammarco)

 

THE HURT LOCKER – Rai 3, ore 1:15

The Hurt Locker, la cassetta del dolore. Lì sono conservati in attesa di rimpatrio uniformi, medaglie e resti dei soldati americani caduti in Iraq. Un contenitore metallico, di forma rettangolare, che la Bigelow, tornata al cinema 6 anni dopo K-19, elegge a metafora di un’irriducibile distanza tra il valore di una vita umana e il suo significato nell’algido rituale militare: cassetta da chiudere e spedire in attesa che ne arrivi un’altra. Basandosi sul dettagliato reportage realizzato dal giornalista Mark Boal in Iraq, la Bigelow racconta i giorni vissuti pericolosamente da un reparto speciale dell’esercito, la EOD (Army Explosive Ordnance Disposal), destinata alle operazioni di bonifica dei campi minati iracheni. Nessuna battaglia campale ma solo il conto alla rovescia delle bombe ad orologeria, le crisi di nervi di soldati esposti a nemici invisibili, le imboscate e i tranelli dietro ogni via, finestra, montarozzo di terra.” (Gianluca Arnone)

 

ABRAMO LINCOLN – Rai 3, ore 3:15

Il film narra le vicende che portarono il famoso statista americano dall’Illinois, paese di nascita, al seggio presidenziale di Washington. Da umile taglialegna a negoziante, da studente a soldato, ai suoi primi anni come uomo di legge, ai dibattiti con Stephen Douglas e infine alla sua elezione a presidente. La lotta sorda e continua per il progresso della sua terra e soprattutto contro il suo carattere che lo avrebbe portato a preferire la vita semplice e pura dei campi. Sullo sfondo i due amori di Lincoln: uno fragile, romantico ma infelice per Ann Rutledge, l’altro con Mary Todd, la donna che diverrà sua moglie. Steven Spieberg si è ispirato a questo film di John Cromwell per il suo biopic con Daniel Day Lewis. Solido ed esemplare, magnificamente fotografato dal leggendario James Wong Howe. Lincoln è Raymond Massey.

 

LE MIE DUE MOGLI – Rai Movie, ore 5:00

Ellen e Nick Arden sono una coppia felice ed innamorata ma un giorno l’imbarcazione su cui lei è a bordo affonda e Ellen scompare tra i flutti. Per sette anni Nick non si dà pace e continua ad aspettare il suo ritorno fino al giorno in cui decide di sposare un’altra donna, Bianca Bates, per dare una madre ai suoi figli. Il giorno del matrimonio, però, dopo che gli sposi sono partiti per il viaggio di nozze, ecco ricomparire Ellen. È stata per anni su un’isola deserta dove l’ha spinta la furia del mare in tempesta. Quando le viene detto che Nick ha sposato un’altra, Ellen non sa rassegnarsi e prende un aereo per seguirlo e farsi riconoscere. Come si comporterà Nick di fronte a due mogli innamorate? Classico della commedia hollywoodiana, diretto da Garson Kanin in sostituzione di Leo McCarey. Cary Grant, conteso da due donne, è in realtà palesemente attratto da Randolph Scott.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy