Novità in sala

C'è bisogno di dirlo? E' il giorno che esce Star Wars. Senza dimenticare i nuovi Spielberg, Allen e Sokurov. E i cinepanettoni
16 Dicembre 2015
Al cinema, In evidenza
Novità in sala

STAR WARS
DISNEY – 850 SALE
Il regista visionario J.J. Abrams e Lucasfilm riportano i fan nella galassia lontana lontana che da oltre 35 anni fa sognare intere generazioni e dove ritroveranno alcuni dei personaggi più iconici della saga, come Han Solo, la Principessa Leia, Chewbecca, i due droidi R2-D2 e C-3PO. Al loro fianco ci saranno nuovi carismatici personaggi, tra cui spicca una straordinaria presenza femminile con attrici come Gwendoline Christie (Il Trono di Spade), il premio Oscar® Lupita Nyong’o (12 anni schiavo) e Daisy Ridley che interpreta la giovane Rey.

VACANZE AI CARAIBI
MEDUSA – 600 SALE
Giorgio (Christian De Sica) scopre che la sua giovane figlia intende sposare un attempato signore: Ottavio (Massimo Ghini). Giorgio e la moglie (Angela Finocchiaro) sono assolutamente contrari
ma quando scoprono che Ottavio è ricchissimo e che potrebbe risolvere qualche loro problemino finanziario, cambiano idea senza sapere che il futuro genero è in realtà uno squattrinato.
Tra Fausto (Luca Argentero) e Claudia (Ilaria Spada) scoppia un’irrefrenabile passione che li induce a mollare su due piedi i rispettivi partner. Forse avrebbero fatto meglio a conoscersi più a fondo perché tra loro c’è un’insormontabile incompatibilità. Cosa può succedere a un technological addict (Dario Bandiera) se naufraga su un’isola deserta col tablet che gli ha sempre regolato la vita e scopre che non c’è campo?
Il nuovo cinepanettone di Neri Parenti con Christian De Sica, Massimo Ghini, Angela Finocchiaro, Dario Bandiera, Ilaria Spada e Luca Argentero.

NATALE COL BOSS
FILMAURO – 500 SALE
Alex e Dino (Lillo e Greg) sono due affermati chirurghi plastici abituati a cambiare i connotati dei loro pazienti con pochi e delicati colpi di bisturi. Leo e Cosimo (Paolo Ruffini e Francesco Mandelli) invece sono due maldestri poliziotti sulle tracce di un pericoloso e potente boss di cui nessuno conosce il volto. Alex, Dino, Leo, Cosimo e il Boss inciamperanno l’uno nella vita dell’altro, in una commedia piena di equivoci, colpi di scena e grandi risate, in cui ognuno alla fine cercherà di… salvare la ‘faccia’.

IRRATIONAL MAN
WARNER BROS. – 300 SALE
Il professore di filosofia Abe Lucas (Joaquin Phoenix) è emotivamente nel suo momento più basso, incapace di dare un senso alla sua vita o di trovare alcuna gioia in essa. Subito dopo essere arrivato in un college di una piccola città per insegnare la sua materia, Abe si ritrova coinvolto con due donne: Rita Richards (Parker Posey), solitaria professoressa che vorrebbe che lui la salvasse dal suo matrimonio infelice; e Jill Pollard (Emma Stone), la sua migliore studentessa, che diventa anche la sua migliore amica. Sebben Jill ami il suo ragazzo Roy (Jamie Blackley), trova irresistibili la personalità torturata ed artistica e l’esotico passato di Abe. Nonostante Abe mostri segni di squilibrio mentale, il suo fascino verso Jill non fa che aumentare. Però, quando lei prova a far diventare la loro relazione un po’ più sentimentale, lui la rifiuta. Il caso cambia ogni cosa quando Abe e Jill ascoltano involontariamente la conversazione di uno sconosciuto e ne rimangono coinvolti.

IL PONTE DELLE SPIE
FOX – 300 SALE
Diretto da Steven Spielberg, Il ponte delle spie è un thriller che parla della storia di James Donovan (interpretato da Tom Hanks), un avvocato delle assicurazioni di Brooklyn che si troverà coinvolto al centro della guerra fredda , quando la Cia gli darà il compito di negoziare il rilascio di un pilota americano che è stato catturato.

FRANCOFONIA – IL LOUVRE SOTTO OCCUPAZIONE
ACADEMY TWO – 10 SALE
Francofonia è la storia di due uomini eccezionali: il direttore del Louvre Jacques Jaujard e l’ufficiale dell’occupazione nazista il conte Franziskus Wolff-Metternich, prima nemici, poi collaboratori. Sarà grazie alla loro alleanza che molti dei tesori del Louvre saranno salvati. Francofonia esplora il rapporto tra l’arte e il potere e il grande museo parigino diventa un esempio vivo di civiltà e l’occasione per rivelare quanto l’arte ci racconta di noi stessi anche durante uno dei conflitti più sanguinosi che la storia abbia mai visto.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy