No Fiction, No Party

140 titoli, 29 in anteprima assoluta. A Roma dal 2 al 7 luglio va in scena la festa delle serie Tv
12 Giugno 2007
No Fiction, No Party
Il premio Maximo 4000 diamanti da 100 carati

“Per la prima volta un Festival si rivolge ad un pubblico nuovo, oseremmo dire generico, differente dai soliti frequentatori di rassegne o manifestazioni cinematografiche. E’ il pubblico formato dai milioni di appassionati di fiction televisiva che, finalmente, potranno apprezzare prodotti pensati per la Tv anche sul grande schermo”. Così Felice Laudadio, Direttore Artistico della I Edizione del Roma Fiction Fest (2-7 luglio), ha introdotto quest’oggi la presentazione ufficiale della manifestazione – promossa dalla Regione Lazio, dall’APT (Associazione Produttori Televisivi) e dalla Camera di Commercio di Roma, con la collaborazione di Sviluppo Lazio e della Provincia di Roma: 3000 ore di materiale preselezionato dal comitato esperti della direzione artistica (composto da Marco Spagnoli, Gaetano Stucchi e Italo Spinelli) per una scrematura che ha definito così il programma del Festival. 140 titoli, 29 in anteprima assoluta, tra cui Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu di Marco Turco, con Claudio Santamaria e Laura Chiatti, prodotto da Claudia Mori per Rai Fiction; Lost – I Do di Tucker Gates e Lost – Flashes Before Your Eyes di Jack Bender (due nuovi episodi inediti in Italia della famosa serie ambientata sull’isola); Caravaggio di Angelo Longoni, con Alessio Boni (première europea), il durissimo Eine Einzige Tablette (Side Effects) di Adolf Winkelmann, incentrato sulla terribile vicenda dei circa 10.000 bambini nati deformi a causa dell’assunzione di un tranquillante da parte delle mamme incinte messo regolarmente in circolazione da una casa farmaceutica; The Tudors di Charles McDougall e Steve Shill, con Jonathan Rhys Meyers e Sam Neill, O’ Professore di Maurizio Zaccaro con Sergio Castellitto nei panni di un insegnante nel disagiato quartiere napoletano di Scampia, per concludere con il monumentale Guerra e Pace di Robert Dornhelm che sarà proposto nella sua versione integrale (400′) venerdì 6 luglio alle ore 19. Tre le sezioni internazionali competitive: “TV Movies”, “Miniserie” e “Seriale”, ognuna delle quali passerà al vaglio di 30 giurati (volontari scelti dall’organizzazione del Festival e attraverso un bando di partecipazione lanciato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni), presieduti da tre diversi esperti non italiani. I vincitori si aggiudicheranno il Maximo Diamond Award (sponsorizzati dalla DTC – Diamond Trading Company), mentre il Maximo Forever Award alla carriera sarà consegnato ad Andrea Camilleri, Jacqueline Bisset, Margarethe von Trotta (a cui sarà dedicata anche una retrospettiva delle sue opere televisive), Michele Placido ed Ettore Bernabei.
Innumerevoli gli Eventi Speciali, poi, tra cui Grey’s Anatomy – Testing 1-2-3 e Boris di Luca Vendruscolo, prima fiction sulla fiction realizzata per Fox Italia, più i Masters of Science Fiction: A Clean Escape di Mark Rydell, Awakening di Michael Petroni e The Discarded di Jonathan Frakes. 13 le sale cinematografiche che ospiteranno il Festival (10 al Cinema Adriano, 2 alla Casa del Cinema e la Sala Grande dell’Auditorium della Conciliazione), che prevede anche 5 Master Class e 5 Convegni più 3 giornate dedicate a pitching e speed-dating. Tutte le proiezioni, in tutte le sale, saranno ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. “E’ un programma ricco, molto bello – ha commentato il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo – molto simile per impostazione e intensità ad un palinsesto televisivo. L’iniziativa è davvero interessante perché offre a prodotti concepiti per il piccolo schermo la magnifica vetrina che solo una sala cinematografica può regalare. Le fiction, sempre più allineate ai prodotti cinematografici dal punto di vista qualitativo, arrivano a milioni di telespettatori: per questo l’importanza di una manifestazione quale il Roma Fiction Fest è sì da lodare per le opportunità economiche che offre ma soprattutto per la valenza sociale che rappresenta”. Anche il glamour sarà rispettato, con la diretta tutti i giorni dall’Orange Carpet del Festival curata da E! Entertainment Television, canale satellitare della piattaforma SKY. 

Clicca qui per il programma completo

Lascia una recensione

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy