L’Hotel Gagarin saluta l’Intrastevere

Il cast del film di Simone Spada insieme al regista al cinema di Roma mercoledì 20 giugno alle 20.30
L’Hotel Gagarin saluta l’Intrastevere
Il regista Simone Spada e il cast del film

Luca Argentero, Claudio Amendola, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e il regista Simone Spada festeggeranno le 50.000 presenze insieme al pubblico.

Mercoledì 20 giugno alle 20.30 il cast di Hotel Gagarin sarà al cinema Intrastevere di Roma.

Divertimento, poesia e un cast d’eccezione per Hotel Gagarin, il film di Simone Spada che ha conquistato in questi giorni il favore e l’affetto del pubblico cinematografico.

Luca Argentero, Claudio Amendola, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e Philippe Leroy sono insieme sul grande schermo per una commedia poetica, raffinata e divertente, prodotta da Lotus Production, una società Leone Film Group, con Rai Cinema e distribuita da Altre Storie. Per festeggiare la bella accoglienza ricevuta dal pubblico mercoledì 20 giugno alle 20.30 il cast insieme al regista saranno al cinema Intrastevere per un saluto in sala e per rispondere a tutte le curiosità sul film.

La commedia racconta la storia di cinque italiani spiantati che vengono mandati a girare un film in Armenia. Appena arrivati scoppia una guerra e il sedicente produttore sparisce con i soldi. Abbandonati all’Hotel Gagarin, isolato nei boschi e circondato dalla neve, trovano il modo di inventarsi un’originale e inaspettata occasione di felicità che non potranno mai dimenticare.

Una storia di speranza in cui i sogni, i sentimenti e la magia del cinema rendono possibili nuovi incontri ed emozioni, scelte e cambiamenti inattesi.

 

“Sentivo l’esigenza di raccontare una storia di speranza, sogni, popoli col sorriso della commedia, attraverso il mezzo che amo e conosco meglio: il cinema – racconta il regista. Hotel Gagarin vuole essere una commedia romantica, brillante, malinconica e un po’ visionaria. È la possibilità di fare un viaggio divertendosi, un film in movimento nonostante si svolga principalmente in un unico grande ambiente. È un tentativo di farci sognare, ridere, emozionarci o intristirci, come faceva, una volta, la commedia all’italiana che ci faceva uscire dal cinema più consapevoli e felici. Rubo al mio film il pensiero più forte che attraversa in questi giorni la mia mente: ‘È stato un privilegio sognare con tutti voi’. Grazie al pubblico che ci ha scelto e a tutte le persone che hanno reso possibile questo film!”

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy