Le Notti bianche del Cinema, per ripartire

"C'era bisogno di un grande sforzo positivo dopo un periodo devastante", dice il presidente dei distributori Luigi Lonigro. "Una grande idea, oltre che una esigenza", aggiunge Piera Detassis. Dal 2 al 4 luglio 48 ore non-stop, con maratone tematiche e artisti coinvolti
Le Notti bianche del Cinema, per ripartire
Occhi blu di Michela Cescon - Foto Simona Pampallona

(Cinematografo.it/Adnkronos) – “Avevamo bisogno di energie fresche, di entusiasmo, di un grande sforzo positivo per un progetto di ripartenza, dopo un periodo che definire devastante è poco”. E’ quanto sottolinea Luigi Lonigro, presidente nazionale dei distributori Anica, intervenendo in streaming alla conferenza sulle ‘Notti bianche del Cinema‘ organizzata da Alice nella Città.

“Vedere tutti uniti, autori e attori, associazioni e istituzioni, con l’obiettivo unico di far ripartire il nostro mercato nei tempi più brevi possibile riempie davvero di gioia e dà ancora più forza ed entusiasmo”, osserva Lonigro riferendo che “abbiamo circa tremila schermi che hanno già riacceso le loro insegne: un risultato molto importante, perché siamo al 70% della nostra potenza di mercato e ci sono tanti film del cinema italiano che stanno sfidando questo momento, cercando di riportare il pubblico in sala”.

Per l’esponente dell’Anica, il progetto di tax credit messo in piedi dal Mic e dal ministro della Cultura, Dario Franceschini, “ha dato sostegno al prodotto e a tutto il cinema italiano. E in questo progetto Alice nella Città ha un ruolo di faro, è il nostro semaforo verde per la ripartenza della nostra industria cinematografica”.

48 ore di cinema non-stop, anteprime, maratone, film scelti e presentati dagli artisti, incontri con gli autori, eventi speciali e omaggi con i grandi protagonisti del cinema: un biglietto d’ingresso agevolato per gli eventi e le maratone che si svolgeranno nelle notti del 2 e del 3 luglio, un’unica campagna di comunicazione nazionale che raccoglierà il programma di tutti gli eventi.

“Le Notti Bianche del Cinema sono una grande idea, oltre che una esigenza”. Piera Detassis, presidente dei David di Donatello e dell’Accademia del Cinema Italiano, intervenendo in streaming alla conferenza sulle ‘Notti Bianche del Cinema’ organizzata da Alice nella Città.

In particolare, anticipa Detasiss, “noi abbiamo scelto una maratona di Dario Argento, cui abbiamo già assegnato il David alla carriera. La notte sia anche un luogo dove esorcizzare e superare le nostre paure: e chi meglio di Dario Argento ha saputo farlo nei suoi film?”.

Le anteprime di “Occhi Blu” di Michela Cescon con Valeria Golino e “Penguin Bloom” di  Glendyn Ivin con Naomi Watts in collaborazione con il Taormina Film Fest 67; le maratone dedicate a Dario ArgentoFantozzi, Quentin TarantinoWes Anderson e Nicolas Winding Refn; i “film del cuore” scelti e presentati al pubblico in sala dagli artisti come “Indagine su un cittadino al sopra di ogni sospetto” di Elio Petri proposto da Fabrizio Gifuni o “Io la conoscevo bene” di Antonio Pietrangeli voluto da Pierfrancesco Favino; le novità italiane presentate dal cast come “La terra dei figli” di Claudio Cupellini e “School of Mafia” di Alessandro Pondi, i film da vedere insieme ai propri figli come “18 regali” di Francesco Amato presentato da Vittoria Puccini; le proiezioni con gli autori come quelle di Paolo Genovese con “Una famiglia perfetta”, Francesco Bruni con “Cosa sarà”, Claudio Noce con “Padrenostro” e Mauro Mancini con “Non odiare”.

Sono solo alcuni dei tanti eventi in programma alle Notti Bianche del Cinema: 48 ore di proiezioni non-stop che prenderanno il via il 2 luglio alle ore 20.00 in tutta Italia per concludersi il 4 luglio alla stessa ora e che coinvolgeranno 70 sale e arene cinematografiche Milano, Bologna, Roma, Torino, Bari, Napoli, Palermo, Cagliari, Venezia con un calendario condiviso e connesso in continuo aggiornamento.

“Le Notti Bianche del Cinema saranno una ’panchina lunga’ con tanti talenti e passioni, per dare una rivalutazione forte del grande schermo”, dice Laura Delli Colli presidente dei Nastri d’Argento e della Festa del Cinema di Roma.

Ideate e curate da Alice nella Città, nell’ambito del progetto #soloalcinema, le Notti Bianche del Cinema sono realizzate in collaborazione con Anica, Anec, Accademia del Cinema Italiano – David di Donatello, U.N.I.T.A., 100autori, ANAC, UECI, CNA Cinema e Audiovisivo, SNGCI con i Nastri d’Argento, FICE, ACEC, AFIC, doc/itFondazione Cinema per Roma e con il patrocinio del Ministero della Cultura, del Comune di Roma e il supporto di Regione Lazio, delle Italian Film Commissions, della Camera di Commercio di Roma  e partner come Terna S.p.A. e TIMVISION.

“E’ una grande emozione: c’è davvero desiderio di cambiare e di dialogare, per mettere alle spalle con forza una situazione che è stata terribile, anche con le luci che si accenderanno per le Notti Bianche del Cinema”. Ad affermarlo è Mario Lorini presidente di Anec. –  “Si avverte un grande bisogno di tornare a condividere, nella bellezza delle nostre sale cinematografiche, con lo spirito e con l’anima, le opere del nostro cinema: il nostro godimento sta nella soddisfazione del pubblico che entra ed esce dalla sala; e nel rilancio del cinema italiano. Gli spettatori stanno arrivando in processione, per dimostrare la loro voglia di tornare”.

Madrina dell’evento sarà Monica Bellucci che dichiara: “Sono felice di supportare le Notti Bianche del cinema, 48 ore di proiezioni non-stop in tutta Italia per recuperare il tempo perso e riscoprire la bellezza della visione sul grande schermo”.

Una festa che mette al centro la magia e l’atmosfera unica del grande schermo, in sala o nelle arene, e il rapporto tra partecipazione e sicurezza, cultura e cittadinanza attiva, con un programma di eventi speciali, riscoperte e nuove uscite, coinvolgendo tutte le professionalità del cinema: registi, artisti, interpreti, sceneggiatori, giornalisti, critici, curatori di festival, uniti per la ripartenza. Un grande evento culturale pensato per recuperare gli spazi perduti, quelli del tempo libero e della socializzazione, del pensiero e del divertimento, e per essere ripetuto durante l’anno.

Moltissimi gli artisti che saranno presenti su tutto il territorio nazionale per accogliere il pubblico nei cinema e nelle arene estive: Marco Bocci, Andrea Bosca, Francesco Bruni, Max Bruno,  Gianfranco Cabiddu, Paolo Calabresi, Giorgia Cardaci, Antonio Maria Castaldo, Michela Cescon, Claudio Cupellini, Toni D’Angelo, Antonietta De Lillo, Francesca Romana De Martini, Ivano De Matteo, Andrea De Sica, Pierfrancesco Favino, Irene Ferri, Camilla Filippi, Anna Foglietta, Paolo Genovese, Fabrizio Gifuni, Marino Guarnieri, Sabina Guzzanti, Wilma Labate, Edoardo Leo, Simone Liberati, Stefano Lodovichi, Valentina Lodovini, Maurizio Lombardi, Alessandro Lunardelli,  Giorgio Marchesi, Francesca Marciano, Peter Marcias, Pippo Mezzapesa, Paola Minaccioni, Carlotta Natoli, Enza Negroni, Claudio Noce, Alessandro Pondi, Vittoria Puccini, Paola Randi, Stefano Reali, Elena Sofia Ricci, Isabella Sandri, Stefano Sardo, Sara Serraiocco, Marina Spada, Anna Valle e tanti altri.

“Se la pandemia ha lasciato una cosa di positivo, è il desiderio di stare insieme e anche di lavorare insieme, sperando di tornare a navigare in tempi migliori e in acque più calme”. E’ quanto tiene a sottolineare l’attore Pierfrancesco Favino: “Si svolgeranno in una modalità di festa, cercando di rimettere al centro il mondo del cinema, che è un tempo da dedicare a se stessi, due ore riservate al proprio benessere. Dobbiamo raccontare a tutti che ‘il cinema è fico’ – esorta Favino – che è una cosa bella. Andare al cinema è una cosa al tempo stesso diversa e necessaria della nostra quotidianità, per il benessere del nostro spirito e della nostra anima, trasmettendo gioia”.

“Organizzare le Notti Bianche del Cinema è un’iniziative importantissima, che celebra la ripartenza e la possibilità di tornare finalmente nelle sale cinematografiche: davvero fondamentale”. E’ quanto osserva l’attrice Vittoria Puccini:”L’importanza di andare insieme al cinema, anche con la famiglia, genitori e figli: è una esperienza fondamentale in termini di socialità e condivisione, quasi una necessità primaria dopo oltre un anno di ‘reclusione’ forzata a causa della pandemia. Il cinema ci è mancato, terribilmente. E il ritorno al cinema è ora una autentica emozione, cui non si può assolutamente rinunciare”.

“Le Notti Bianche del cinema mi rendono felice, non serve neanche sottolineare quanto sia importante questa manifestazione”. Ad affermarlo è l’attore Fabrizio Gifuni, che aggiunge: “Nonostante lo scenario che muta in continuazione sulla destinazione del prodotto audiovisivo, a maggior ragione una grande festa dedicata proprio in questo momento alla sala cinematografica e alla esperienza di condividere un film all’interno di una comunità di persone e di corpi ’vivi’ è importante – sottolinea Gifuni – soprattutto per i nostri giovani, spesso abituati a un altro tipo di fruizione: riuscire a contagiarli, a far capire loro cosa significhi vedere un film in una sala cinematografica, è davvero molto importante”.

Esercenti, associazioni, scuole di cinema, cineteche e festival contribuiranno a far vivere, diffondere e amplificare, anche in forme inedite, i programmi che accoglieranno non solo le nuove uscite, ma anche eventi e proiezioni speciali, organizzati e promossi direttamente dagli esercenti del territorio, seguendo le linee della loro identità.

 

Lascia una recensione

2 Commenti on "Le Notti bianche del Cinema, per ripartire"

avatar
più nuovi più vecchi più votati
Maria Giovanna Giaquinto
Ospite
Maria Giovanna Giaquinto

Iniziativa molto interessante… tuttavia mancano riferimenti precisi a cui rivolgersi per poter aderire e accedere alla visione….A chi ci si rivolge per dettagli più specifici? Grazie in anticipo.

Giorgio Nespoli
Ospite

Concordo. Anche il sito dedicato è caotico e approssimativo. Non si riesce nemmeno a consultare un programma completo

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy