L’altra Cannes

L'Italia presente anche in Un Certain Regard con Roberto Minervini. Fuori concorso il nuovo Allen, Inside Out della Pixar e l'attesa versione animata del Piccolo principe
L’altra Cannes

Non solo tre italiani in concorso. Il nostro paese timbra la presenza al Festival di Cannes anche grazie a Roberto Minervini, che porta il suo nuovo film, Louisiana – The Other Side nella selezione di Un Certain Regard. “Sono fiero e onorato di partecipare ancora una volta al Festival di Cannes – dice il regista italiano -. Questo è senza dubbio il mio film più complesso. Credo, quindi, che l’invito a un festival così prestigioso costituisca un forte segnale di apertura nei confronti di un cinema senza compromessi. Trovo molto interessante il fatto che la maggior parte di noi italiani selezionati a Cannes abbiamo girato un film in lingua straniera. Penso sia indicativo di una presenza sempre più significativa del cinema italiano nel panorama internazionale”.
Gli altri titoli della sezione sono The Chosen Ones di David Pablos), Fly Away Solo di Neeraj Ghaywan, The Fourth Direction di Gurvinder Singh,The High Sun di Dalibor Matanic, I Am a Soldier di Laurent Lariviere, Journey to the Shore di Kiyoshi Kurosawa, Madonna di Shin Suwon,Maryland di Alice Winocour, Nahid di Ida Panahandeh, One Floor Below di Radu Muntean, Rams di Grimur Hakonarson, The Shameless di Oh Seung-uk e The Treasure di Corneliu Porumboiu.

Grandi attese anche per il Fuori Concorso, dove quest’anno troviamo il nuovo film di Woody Allen (Irrational Man), il nuovo film Disney-Pixar Inside Out diretto da Pete Docter e Ronaldo Del Carmen, l’attesa versione animata del Piccolo principe (regia di Mark Osborne) e il già annunciato Mad Max: Fury Road di George Miller.
Amy di Asif Kapadia (documentario su Amy Winehouse) e Office di Hong Won-chan sono selezionati nei Midnight Screenings, mentre negli Special Screenings troviamo Amnesia di Barbet Schroeder, Asphalte di Samuel Benchetrit, L’esprit de l’escalier di Pabla Lucavic, Hayored lemàala di Elad Keidan, Oka di Souleymane Cisse, Panama di Pavle Vuckovic e A Tale of Love and Darkness, opera prima di Natalie Portman.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy