Ipersonnia, fine riprese

Stefano Accorsi protagonista dell'opera prima di Alberto Mascia: un thriller ambientato in un futuro così vicino da poter essere considerato quasi presente
Ipersonnia, fine riprese
Ipersonnia
Italia, futuro prossimo. Le vecchie carceri, sporche, congestionate, piene di violenze e soprusi sono solo un ricordo. Ora i detenuti scontano la pena in uno stato di sonno profondo che li rende inoffensivi e che ha drasticamente ridotto il tasso di recidiva criminale.
L’ipersonno è un sistema efficiente, economico e affidabile. Almeno fino al giorno in cui David Damiani (Stefano Accorsi), psicologo incaricato di monitorare lo stato psichico dei carcerati, si trova di fronte a un detenuto di cui sono andati persi tutti i dati. Un imprevisto inedito, che innescherà una catena di eventi imprevedibili e costringerà lo stesso David a confrontarsi con i fantasmi del proprio passato.
Si sono appena concluse a Roma le riprese di Ipersonnia, un thriller ambientato in un futuro così vicino da poter essere considerato quasi presente. Opera prima di Alberto Mascia, scritto da Alberto Mascia e Enrico Saccà, il film è interpretato da Stefano Accorsi.
Nel cast Caterina Shulha, Astrid Meloni, Andrea Germani, Paolo Pierobon, Sandra Ceccarelli.
La fotografia del film è di Matteo Vieille Rivara, le scenografie di Fabrizio D’Arpino, i costumi di Maria Cristina La Parola, il casting di Valeria Miranda (u.i.c.d.) e il montaggio di Mario Marrone.
Le riprese sono durate 7 settimane e si sono svolte a Roma e dintorni.
Prodotto da Ines Vasiljevic, Andrea Paris, Matteo Rovere, Stefano Sardo il film è una produzione Ascent Film e Nightswim.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy