Il meglio siamo noi

"Sconvolgere i palinsesti dando al Paese l’opportunità di crescere culturalmente”: ha ragione Pupi Avati, di fronte al peggio ci meritiamo il meglio
Il meglio siamo noi
LES DOIGTS DANS LA TÊTE

 

“E allora mi chiedo perché in questo tempo sospeso, fra il reale e l’irreale, come in assenza di gravità, i media e soprattutto la televisione e soprattutto la RAI, in un momento in cui il Dio Mercato al quale dobbiamo la generale acquiescenza all’Auditel, non approfitti di questa tregua sabbatica di settimane, di mesi, per sconvolgere totalmente i suoi palinsesti dando al Paese l’opportunità di crescere culturalmente”.
Forse non è stato il primo, di certo Pupi Avati è quello che l’ha detto meglio.

Sul Giornale di domenica 22 marzo, il regista ha chiesto un Piano Marshall per la cultura, a costo zero e impatto infinito: “Perché non si sconvolgono i palinsesti programmando finalmente i grandi film, i grandi concerti di musica classica, di jazz, di pop, i documentari sulla vita e le opere dei grandi pittori, dei grandi scultori, dei grandi architetti, la lettura dei testi dei grandi scrittori, la prosa, la poesia, la danza, insomma perché non diamo la possibilità a milioni di utenti di scoprire che c’è altro, al di là dello sterile cicaleccio dei salotti frequentati da vip o dai soliti opinionisti”.

Impossibile dargli torto, auspicabile dargli ragione, nella sostanza. Non solo i destinatari dell’appello, “il Presidente, il Direttore Generale, il Consiglio di Amministrazione della RAI affinché mettano mano a un progetto così ambizioso e tuttavia così economico”, ognuno di noi è chiamato: il Corona Virus, qualcosa di inaudito e inedito, mette ciascuno di noi nella posizione migliore per conoscere, imparare, (ri)formarsi, quella del bambino al cospetto dell’ignoto.

Riempiamoci gli occhi, gli orecchi, sì anche le bocche, di qualcosa che sia all’altezza dell’emergenza che stiamo (soprav)vivendo, che abbia la stessa necessità, urgenza, sì anche grandiosità: di fronte al peggio meritiamoci il meglio.

E’ ovunque, il meglio, basta volerlo, di più, esigerlo: quando lo cerchiamo in tv, homevideo, libreria, emeroteca, web, cucina, il meglio siamo noi.

Lascia una recensione

1 Comment on "Il meglio siamo noi"

avatar
più nuovi più vecchi più votati
Aldo Martino
Ospite

D’accordissimo!!! Risvegliamo la gente ,riapriamo gli occhi tutti insieme. Che entri in quarantena la stupidità della tv commerciale.

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy