Il Divo di Bari

Con sette premi, il film di Sorrentino trionfa a Per il cinema italiano. Che chiude con successo di pubblico l'edizione 0
18 Gennaio 2009
Il Divo di Bari
Il Divo vincePer il cinema italiano

Il Divo di Paolo Sorrentino trionfa al festival Per il cinema italiano di Bari, ideato e diretto da Felice Laudadio, con il sostegno della Regione Puglia, dell’Apulia Film Commission e del Comune di Bari, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. L’opera di Sorrentino, già vincitrice a Cannes, ottiene ben sette riconoscimenti: miglior film, regia, sceneggiatura, dello stesso Sorrentino, per la colonna sonora composta da Teho Teardo, per la fotografia di Luca Bigazzi, per la scenografia di Lino Fiorito e per i costumi di Daniela Ciancio.
Il premio Gian Maria Volonté per il miglior attore è stato assegnato a Silvio Orlando per Il papà di Giovanna di Pupi Avati, mentre il premio Anna Magnani per la miglior attrice è andato a Donatella Finocchiaro per Galantuomini di Edoardo Winspeare. Riconoscimenti importanti sono stati assegnati anche a Gomorra di Matteo Garrone, che ha vinto per il miglior soggetto, di Roberto Saviano, e per il miglior montaggio, di Marco Spoletini.
Nelle altre sezioni del Festival, i riconoscimenti sono andati a Francesco Sperandeo, che vince il premio Michelangelo Antonioni per il miglior cortometraggio con il suo Bab Al Samah – La porta del perdono, a Gianfranco Rosi che ottiene il Premio Vittorio De Seta per il documentario con l’opera Below Sea Level; una menzione speciale, sempre per il documentario, è per Come un uomo sulla terra di Segre, Biadene e Yimer. In ultimo, il premio Opera Prima Francesco Laudadio è stato assegnato al film PA-RA-DA di Marco Pontecorvo.
Grande successo per questa edizione “numero zero” di Per il cinema italiano, non solo per aver ospitato i più importanti film e protagonisti della cinematografia nazionale, ma per lo straordinario seguito di pubblico durante la settimana di manifestazione. I numeri sono importanti per un festival al suo debutto, che ha potuto contare su un budget esiguo (600.000 euro) rispetto ad altre rassegne. Oltre 17.000 persone, ha dichiarato il direttore artistico Felice Laudadio, hanno affollato le sale, le lezioni di cinema, i convegni e gli appuntamenti con gli attori nelle librerie Feltrinelli e Laterza. Ben 5000 ingressi solo alla Casa del Cinema Kursaal, sede centrale della manifestazione, mentre 2000 persone non hanno potuto accedere nelle sale già piene. Una scommessa vinta sia a livello nazionale, sia a livello locale, come affermano in conferenza stampa Felice Laudadio e Nichi Vendola, governatore della Puglia, una scommessa vinta dalla cultura. Già si pensa alla prossima edizione nel 2010.

Lascia una recensione

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy