Golden Globes, Dark Ladies

L'edizione 2018 dei premi della Hollywood Foreign Press Association nel segno delle donne: in nero sul red carpet in seguito allo scandalo molestie. Con Oprah Winfrey commovente dal palco
Golden Globes, Dark Ladies

Lo avevano annunciato. Alla 75° cerimonia di premiazione dei Golden Globes – che ha visto trionfare Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh (con Guillermo del Toro premiato per la miglior regia di The Shape of Water) – hanno sfilato tutte in abito nero. E’ l’edizione delle donne, che hanno voluto dare un segno – prima simbolico, poi dal palco – in seguito al delicato tema delle molestie, scoppiato dopo il caso Weinstein.

 

Tra le tante donne premiate (Frances McDormand per Tre manifesti, Saoirse Ronan per Lady Bird di Greta Gerwig – film vincitore tra le commedie – Allison Janney non protagonista per I, Tonya, Nicole Kidman e Laura Dern per la miglior miniserie Big Little Lies, Elisabeth Moss per la miglior serie drammatica The Handmaid’s Tale, Rachel Brosnahan per la serie The Marvelous Mrs. Maisel), spicca anche la prima uscita pubblica del movimento TIME’S UP, progetto sostenuto anche da Meryl Streep, Cate Blanchett, Natalie Portman e Ashley Judd, che si impegna a garantire un fondo per il sostegno legale a donne e/o uomini molestati sessualmente sul luogo di lavoro.

Davvero significativo, poi, che proprio quest’anno il Cecil B. Demille alla carriera sia stato assegnato ad un personaggio come Oprah Winfrey, prima donna di colore a ricevere il premio.

“Ringrazio mia madre, che per anni ha sopportato in silenzio abusi perché aveva figli da crescere e bollette da pagare. Ma quel tempo oggi è finito, sta arrivando un nuovo giorno e arriverà grazie alle tantissime donne, anche presenti qui questa sera, e a uomini fenomenali che combattono affinché nessuna di noi in futuro dica più #MeToo”, ha detto la celebre conduttrice statunitense, che ha anche sottolineato la forte emozione di essere la prima donna di colore a ricevere il riconoscimento: “Mi rivedo bambina, nel 1964, e ripenso all’emozione di vedere Sidney Poitier salire sul palco a ritirare l’Oscar. Veniva festeggiato un uomo di colore, era la prima volta che vedevo una cosa simile. Penso che anche oggi ci potrebbero essere delle bambine che stanno guardando la tv, e quello che per loro può significare questo premio”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy